More

    Armas venderà Trasmediterranea agli italiani di Grimaldi per 400 milioni di euro

    Naviera Armas otterrebbe circa 400 milioni di euro per la vendita a Grimaldi del business tra le isole Baleari e la Spagna continentale di Trasmediterránea, cinque navi, i terminali di Valencia e Barcellona, nonché la surrogazione dei 400 lavoratori dell’ex compagnia di navigazione statale di SEPI, secondo quanto fonti finanziarie hanno confermato a Puertos928.

    Nella compagnia di navigazione delle Canarie non è stato possibile confermare la cifra esatta.

    Grimaldi prevede di sviluppare un’agenda commerciale per consolidare il business nella zona che fino ad ora aveva Armas Trasmediterranea tra le aziende del settore di spedizione e agenzie di viaggio per controllare il 20% dei passeggeri e merci con le isole Baleari.

    Tutto questo, in mezzo a una concorrenza vorace con Baleària, partner di Fred Olsen nelle isole Canarie.

    Armas mantiene il controllo delle rotte con le isole Canarie e lo stretto di Gibilterra.

    Mentre Grimaldi conclude l’accordo di controllo di tutta la flotta Trasmediterranea (cinque navi), la compagnia di navigazione delle Canarie continua ad aspettare la decisione della SEPI per optare per i fondi di salvataggio.


    Il direttore generale di Grimaldi Logística España, Marion Massarotti, ha detto alla fine di aprile che Grimaldi manterrà il marchio commerciale, la struttura e l’occupazione di Trasmediterránea, 50 dipendenti nelle isole Baleari.

    L’acquisto di Grimaldi significa che opererà le rotte di Trasmediterránea tra Barcellona e le isole Baleari (Palma, Mahón e Ibiza) e tra Valencia e i tre porti delle Baleari.

    Dalla scomparsa di Iscomar nel 2011, solo Baleària e Trasmediterránea hanno operato servizi regolari nelle Baleari. Ora ce ne saranno tre per le traversate verso i porti della terraferma.

    Questo luglio, a Palma, il direttore generale dell’operatore di traghetti GNV, Matteo Cattani, ha annunciato gli orari della compagnia per le Baleari.

    GNV, che fa parte del gruppo MSC, è un nuovo operatore sul mercato delle Baleari e sarà in concorrenza con Baleària, la tedesca FRS, la francese Corsica Ferries e un altro operatore italiano, Grimaldi; GNV era originariamente una filiale di Grimaldi.

    GNV opererà servizi giornalieri Barcellona-Palma e Valencia-Palma-Ibiza, oltre a rotte inter-isole; per queste rotte saranno utilizzate rispettivamente la “GNV Bridge” e la “GNV Sealand”.

    Cattani ha detto che “siamo consapevoli che ci troviamo di fronte a concorrenti affermati”.

    Per GNV, è un “grande impegno”.

     

    Articoli correlati