Il Comune di Granadilla de Abona, attraverso l’azienda pubblica Sermugran, ha avviato alla fine del 2020 un piano di azioni di sensibilizzazione sociale e ambientale, chiamato Granadilla sostenibile.

Attraverso questo progetto si dispiegano politiche di sostenibilità, protezione e conservazione dell’ambiente, conciliando sviluppo economico, ambientale e sociale.

Si tratta di un programma trasversale che copre diverse aree della società all’interno dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (ODS) stabiliti nell’Agenda 2030 dell’ONU, che, per quanto riguarda Sermugran, è orientato agli aspetti dello sviluppo sostenibile, ambientale ed economico.

Esso comprende tre azioni principali nel comune: l’attuazione del quinto contenitore (marrone), la nuova ordinanza di raccolta dei rifiuti e campagne di sensibilizzazione, soprattutto tra i bambini e i giovani.

Tutto ciò ha reso possibile l’attuazione del Piano Strategico di Raccolta dei Rifiuti Biologici, che ha posto Granadilla all’avanguardia nella gestione dei rifiuti.

All’inizio del 2021 è stato installato il quinto contenitore (marrone) per la raccolta dei rifiuti organici, rendendo Granadilla il primo comune di Tenerife ad implementare questo servizio sulle strade pubbliche e per uso domestico.


L’obiettivo è quello di fornire e localizzare più punti di raccolta organici, al fine di raggiungere gli obiettivi fissati dall’UE nel 2024, anno in cui la raccolta differenziata di tutti i rifiuti prodotti sarà obbligatoria.

Con questa campagna inizia un nuovo modo di gestire i rifiuti domestici, più rispettoso dell’ambiente, più sostenibile e più responsabile.

L’obiettivo principale è quello di spiegare il corretto utilizzo di questo nuovo contenitore, già situato nell’area urbana di Granadilla (Zona 1) e in Sotavento-La Tejita (Zona 2).

Il contenitore marrone è progettato per raccogliere la materia organica prodotta nelle case.

La materia organica rappresenta circa il 40% dei rifiuti generati ogni giorno.

Separarlo correttamente alla fonte permette il recupero delle materie prime e ottimizza il costo della gestione dei rifiuti ambientali, permettendo alle amministrazioni di riassegnare gli stanziamenti di bilancio a iniziative volte allo sviluppo dello stato sociale.

Inoltre, il Comune di Granadilla ha consegnato gratuitamente ai cittadini che aderiscono al progetto il kit per i rifiuti organici, composto da un secchio marrone aerato, sacchetti compostabili e un opuscolo informativo.

Inoltre, gli abitanti di Granadilla impegnati nel riciclaggio otterranno, d’ora in poi, premi ogni volta che riciclano le loro lattine e bottiglie di plastica di bevande.

Questo è possibile grazie all’impegno del Comune, attraverso l’azienda pubblica Servicios Municipales de Granadilla de Abona (Sermugran), Reciclos, il sistema di restituzione e ricompensa (SDR) sviluppato da Ecoembes.

Per utilizzare Reciclos, i residenti devono registrarsi sulla webapp e, a casa, scansionare il codice a barre della lattina o della bottiglia di plastica che vogliono riciclare prima di gettarla nel bidone.

Una volta in strada, quando vanno al contenitore giallo con il loro sacchetto di imballaggio, devono depositarlo e scannerizzare il codice QR sul contenitore.

Così facendo, otterranno dei punti, chiamati Reciclos, che potranno scambiare con le diverse ricompense a loro disposizione.

Questi punti avranno un limite settimanale in modo che i cittadini non solo riciclino di più e migliorino i loro imballaggi, ma consumino anche in modo responsabile.