Santa Cruz e la Compagnia della birra delle Canarie promuovono un progetto audiovisivo per la diffusione e la protezione degli squali

Il Comune di Santa Cruz e la Compañía Cervecera de Canarias lanciano una campagna di sensibilizzazione volta a rendere la società consapevole della necessità di proteggere la popolazione di squali angelo, una specie marina considerata in pericolo di estinzione.

Guarda il video qui

La più grande area di riproduzione nel mondo si trova sulla spiaggia di Las Teresitas nella capitale di Tenerife, un luogo dove, dal 2014, gli esperti hanno contato la nascita di 500 figli di questa specie.


Grazie al Angel Shark Project, è stato possibile monitorare un migliaio di questi individui in tutte le isole Canarie.

Questo monitoraggio ha anche permesso di rilevare che alcuni dei cuccioli rimangono fino a un anno e mezzo sotto la protezione della spiaggia fino a raddoppiare le loro dimensioni.

L’iniziativa presentata ieri si concentra sulla diffusione, attraverso le reti sociali dell’azienda, di un video realizzato dal documentarista Felipe Ravina, che

include immagini della vita di questa specie nelle acque dell’arcipelago.

Il documentario ha anche la partecipazione di Angel Shark Project: Canary Islands, il cui coordinatore nelle isole Canarie, Belén Caro, ha dato dettagli sul lavoro svolto.

Nella presentazione della campagna, il sindaco José Manuel Bermúdez, ha sottolineato la necessità di valorizzare la ricchezza dei fondali del comune, mentre l’assessore allo sviluppo economico, Evelyn Alonso, ha sottolineato l’importanza del lavoro di Angel Shark.

Inoltre, il direttore generale della

, Naveen Mehra, ha sottolineato che con questa azione l’entità “sottolinea l’importanza di prendersi cura dell’ambiente e soprattutto dell’ecosistema marino delle isole.

Ha sottolineato che volevano “concentrare l’attenzione sullo squalo angelo, che, dal 2019, è nel catalogo spagnolo delle specie minacciate”.