Il Cabildo è alla ricerca di clienti/turisti in paesi europei come Finlandia, Islanda, Polonia, Romania, Ungheria o Svizzera.

Tenerife ha lanciato una campagna per estendere il raggio d’influenza del suo marchio turistico in Europa e per accelerare la ripresa del suo principale motore economico.

L’obiettivo è quello di aprire rotte in paesi non ancora abituali qui o di rafforzare i clienti consolidati: Irlanda, Islanda, Finlandia, Polonia, Romania, Ungheria, Portogallo e Svizzera sono sotto i riflettori.

Il Cabildo di Tenerife ha lanciato questa campagna a marzo per aprire nuove rotte aeree.

Così, tra gennaio e marzo 2021, saranno attivati accordi con sei compagnie aeree europee per consolidare una ventina di collegamenti con aeroporti del continente, Irlanda e Islanda.

Il Ministro del Turismo dell’isola, José Gregorio Martín Plata, assicura che vari incontri tenutisi recentemente nella fiera virtuale degli Itinerari, hanno permesso di chiudere accordi affinché l’isola recuperi o aggiunga collegamenti con Helsinski (Finlandia), Reykjavik (Islanda), Dublino (Irlanda), Bucarest (Romania), Varsavia (Polonia) o Milano (Italia), tra le altre città europee, che, sottolinea, “saranno avviati quando la situazione sanitaria migliorerà”.


Martín Plata assicura che questi accordi significano che “le compagnie aeree nazionali e internazionali confermeranno il loro impegno per l’isola”, che considerano “una destinazione chiave nei loro piani per il prossimo anno”.

La data di inizio di questa iniziativa è subordinata all’evoluzione dei dati della pandemia.

Tuttavia, il consigliere Martin Plata, mette data e annuncia che l’isola lancerà tra gennaio e marzo 2021, “una ventina di rotte che permetteranno, sempre a seconda delle circostanze epidemiologiche, di garantire la riattivazione della destinazione.

Aggiunge che “tenendo conto che avremo già il vaccino, speriamo che già a marzo la situazione ci permetta di parlare di una graduale ripresa”.

Nelle ultime settimane una mezza dozzina di compagnie aeree, sia nazionali che internazionali, hanno confermato che inizieranno nuovi collegamenti con l’isola o che alcune di esse si riprenderanno.

Sono circa 20 i percorsi con diverse città di origine, per lo più europee, che confermano un consistente recupero della destinazione per il 2021.

La maggior parte dei nuovi collegamenti sono stati annunciati dalle compagnie aeree stesse con cui Tenerife era rappresentata alla recente fiera della connettività di Routes Europe.

Tra i collegamenti annunciati vi sono i due voli settimanali che Finnair offrirà dal gennaio 2021 dalla città di Helsinki all’isola.

Da parte sua, la compagnia di bandiera irlandese Aer Lingus, riprenderà il collegamento con Tenerife da Dublino, che aveva smesso di operare a causa della pandemia, a partire dal prossimo marzo.

La compagnia aerea Icelandair opererà due collegamenti settimanali da Reykjavik, la capitale dell’Islanda, durante la stagione estiva, mentre Wizzair – una compagnia aerea ungherese lowcost – collegherà l’isola, sempre in estate, con i seguenti punti di origine in Europa: Katowice e Varsavia (Polonia); Budapest (Ungheria); Milano Malpensa (Italia); Bucarest (Romania), Doncaster, Luton e Gatwick (Inghilterra).

Inoltre, questa compagnia aprirà una nuova base a Cardiff (Galles) e da lì opererà da marzo 2021 a Tenerife Sud con un Airbus 321 il lunedì, mercoledì e venerdì.

Da parte sua, la compagnia portoghese TAP Portugal ha scommesso su tre collegamenti settimanali da Lisbona a Tenerife, a partire dalla prossima estate.

E il Condor tedesco, un operatore già tradizionale con le isole, lancerà una nuova rotta anche nell’estate del 2021 da Zurigo.

Sarà attivo il lunedì e il venerdì e lo opererà con un Airbus 320.

Inoltre, nello stesso periodo dell’anno, estenderà le sue frequenze in alcune delle rotte che già operava con Tenerife: Francoforte e Düsseldorf – aumenterà la frequenza a cinque giorni alla settimana; Amburgo – tre volte alla settimana – e Monaco di Baviera, Berlino, Hannover, Stoccarda e Lipsia – due giorni alla settimana di collegamento con ogni città.

Bina Bianchini