Nascono 112 lucertole a El Hierro, un numero da record nell’impegno del loro recupero.

Secondo il Cabildo herreño, i nuovi nati di Gallotia simonyi sono stati deposti da 15 femmine diverse, con un numero di uova compreso tra sei e tredici ciascuno.

El Hierro celebra la nascita di 112 lucertole “giganti” tra il 17 agosto e il 3 settembre presso il suo Centro di recupero, un numero record nel processo di conservazione di questa specie in via di estinzione dell’isola.

Attualmente queste nuove lucertole si trovano nei terrari del laboratorio del Centro che, oltre all’aspetto scientifico, permette una visita guidata per conoscere da vicino l’habitat e il modo di vita di questi rettili, emblemi di El Hierro.

Il ministro regionale dell’ambiente dell’isola, Montserrat Gutiérrez, ha visitato le strutture del Centro recupero lucertole (Lagartario) da riproduzione in cattività, nel comune di Frontera, insieme al tecnico responsabile del centro, Miguel Ángel Rodríguez.

Il centro dispone di altre strutture nella tenuta Los Palmeros che vengono utilizzate per scopi scientifici e per adattare/abituare le lucertole per la futura liberazione in natura.


Attualmente si stima che circa 800 esemplari della lucertola gigante potrebbero vivere nella Fuga de Gorreta e circa 125 nel Roque Chico del Salmor, e non si sa quanti potrebbero essere a Punta de Agache, dove negli ultimi anni sono stati rilasciati anche esemplari nell’ambito del piano di recupero di questa specie.

Nel frattempo, sotto la custodia del Cabildo di El Hierro, questo parco di lucertole conta 237 esemplari nel centro scientifico e di addestramento e 167 nel centro di riproduzione e visita (per un totale di 404 lucertole in cattività).

“È una notizia magnifica, 112, una cifra record”, ha detto l’assessore, che ha ricordato che nel 1985 sono iniziate le azioni mirate al recupero di questa specie.

Franco Leonardi