Questo mese l’arca del mistero navigherà verso la stupenda isola di Lanzarote per portare alla luce il mistero di una casa assetata del sangue di ricchi e potenti.

L’edificio si localizza nel municipio di Teguise e nello specifico nella zona di La Mareta, uno dei luoghi più vicini al Marocco, qui si erge una stupenda villa, residenza della famiglia reale spagnola.

La villa fu costruita per volontà del re di Giordania Hussein I intorno agli anni ’70.

Il proprietario dopo una decina di anni dalla costruzione decide di regalare questa villa all’amico, Re Juan Carlos I di Spagna, che  fa diventare l’edificio patrimonio nazionale.

Il mito funesto della costruzione inizia pochi giorni dopo essere passata di proprietà in quanto il Re di Giordania muore nel 1999 a soli 62 anni.

In quel momento la connessione non fu notata in quanto non si poteva neppure considerare come coincidenza ma eventi totalmente slegati tra loro.


La madre del deceduto Zeini, dopo la morte di costui decide di trascorrere qualche giorno nella residenza lontano dai giornalisti e gli atti ufficiali.

Durante il soggiorno nel palazzo reale viene colpita da un malore improvviso e muore. 

Si pensa subito all’avanzata età della donna oltre al dolore per la perdita del figlio.

Sempre nel 1999 la madre del politico russo Michail Gorbachov decide di passare qualche giorno di vacanza nelle Canarie e il re di Spagna le offre la villa per soggiornare.

Anche in questo caso dopo pochi giorni dal suo arrivo la signora russa muore senza che ci fossero precedenti malattie.

Ovviamente si sospettò che dietro la morte della signora potessero esserci degli oppositori alla glasnost dell’allora presidente russo, ma non furono trovate prove.

Dopo questo strano decesso la leggenda inizia a prendere forma tra la popolazione locale pensando che gli antenati del re di Giordania avessero maledetto la casa, dovuto al fatto che era stata costruita con fondi del paese ed in seguito regalata alla Spagna.

Quando il Psoe vince le elezioni e viene nominato come capo del Governo José Luis Rodríguez Zapatero, quest’ultimo decide di passare le ferie nella casa, incurante degli eventi anteriori.

A pochi giorni dal suo arrivo, mentre passeggia nel giardino si ferisce a una gamba.

Al principio sembrerebbe nulla di grave e i medici gli consigliano riposo, però durante una nuova passeggiata, questa volta nella spiaggia sottostante la casa, scivola sulle rocce a causa della debolezza della gamba e cade in acqua proprio quando la marea in crescita rende difficile il recupero.

Questa volta la tragedia risulta solo sfiorata, pur essendo stata un’ipotesi più che reale.

L’anno seguente anche la Regina Leticia decide di passare qualche giorno nella villa, però appena entra nell’edificio viene colpita improvvisamente da un forte malessere e rischia lo svenimento.

Il personale della scorta l’allontana e dopo pochi minuti si riprende completamente, ma decide di non tornare all’interno della casa.

Sembrerebbe che proprio dovuto a questo evento la famiglia reale abbia deciso l’anno successivo di trascorrere le vacanze nelle isole Baleari e non più nelle isole Canarie.

Ovviamente questi eventi potrebbero essere solo frutto di coincidenze, però l’alone di mistero e la nefasta reputazione dell’edificio hanno favorito la nascita di questa leggenda nera.

Loris Scroffernecher