Anche se qui, nelle nostre Isolette con l’eterna primavera, le stagioni non si assaporano come nell’Europa continentale, qualche leggero cambiamento subentra nelle nostre giornate.

Le giornate si accorciano un pochino, fa buio alle 19 circa, la sera la temperatura diminuisce un pochino (appena tramonta il sole) e si arriva sui 18/22 gradi -dipendentemente dalla zona- e inevitabilmente anche il menù a tavola cambia.

Sebbene al supermercato siano esposti frutta e ortaggi di tutti i tipi, bisogna stare attenti perché non tutti sono prodotti autunnali, considerando che molti prodotti arrivano dalla penisola iberica.

Il cambio di stagione è un periodo critico anche per il nostro sistema immunitario, ed è proprio questo il momento migliore per rafforzarlo e superare preparati e forti questo virus che incombe ormai da mesi.

Anche in questo caso il primo aiuto di fondamentale importanza ci viene dal cibo: bere molto, mangiare ogni giorno qualcosa di crudo, verdure cotte, frutta (anche secca), incentivare il consumo di alimenti che contengono vitamina C sono senz’altro dei buoni consigli.

Poi si possono utilizzare anche dei rimedi naturali per rafforzare le difese immunitarie come l‘Echinacea, l’Astragalo, la Rosa Canina, il Sambuco, l’aglio, lo zinco, la pappa reale, il propoli e altro.


Sia in farmacia che in erboristeria potrete trovare diversi prodotti già formulati con un mix di rimedi pensati proprio per rafforzare il sistema immunitario.

È importante non dimenticare che una moderata attività fisica va fatta sempre, scegliete quindi quella che preferite: palestra, nuoto, corsa, camminata, ecc. l’importante è che non siate troppo sedentari.

Ma torniamo a cosa mangiare, in questo periodo tra i frutti da preferire ci sono: mandarini e arance che sono ricchi di vitamina C e ci aiutano a rinforzare le difese immunitarie, oltre a rallentare l’invecchiamento delle cellule, mantenendo la pelle più giovane e tonica.

Le mele contengono pochi zuccheri ma, grazie alla pectina, aiutano a tenere sotto controllo l’indice glicemico, tenendo a bada glicemia e sovrappeso, inoltre contengono molte vitamine, tra cui la vitamina C e vitamine del gruppo B.

I cachi sono frutti autunnali dal sapore zuccherino, preziosi per le loro proprietà diuretiche e drenanti, inoltre apportano molta energia, grazie alla buona quantità di potassio presente in questi frutti, e rinforzano il sistema immunitario prevenendo malanni di stagione.

Anche l’uva è un alimento che non può mancare sulle nostre tavole, è ricca di vitamine e sali minerali, la buccia dell’uva rossa è poi ricca di polifenoli che riducono l’accumulo di grassi nel fegato e di zuccheri nel sangue con benefici anche sulla pressione arteriosa.

Infine, le pere che contengono zuccheri semplici, ideale come frutto da consumare anche se si segue una dieta ipocalorica, inoltre ha un buon contenuto di fibre utili per regolarizzare l’intestino.

Ci sono dei vegetali particolarmente adatti a questo periodo, che tra l’altro qui nelle Isole sono molto buoni,  parliamo di verdure a foglia verde come bietole e spinaci, alimenti ricchi di vitamine che ci aiutano a difenderci dai malanni di stagione (influenza) e che, svolgono un’azione antiossidante e antietà proteggendo non solo la pelle ma anche la vista.

Anche la zucca, molto usata qui, apporta benefici al nostro organismo in autunno, contiene betacarotene, protegge il sistema circolatorio e ha proprietà antitumorali oltre a contenere vitamina A, B e C e minerali come calcio, sodio, potassio, ferro, magnesio che donano energia all’organismo.

Preferire minestre e zuppe con cereali come con azione tonificante, il riso integrale, il miglio fonte di sali minerali per rafforzare capelli e cute, il grano saraceno.

Aumentare il consumo di semi oleaginosi come noci, mandorle, nocciole, pinoli, anacardi, arachidi, semi di zucca, semi di girasole, etc…

Rinforzare la flora batterica intestinale per contrastare le infezioni e sostenere il sistema immunitario attraverso l’uso di probiotici da prendere come integratori o attraverso prodotti fermentati, come il kefir,  lo yogurt, i crauti, il pane di pasta acida e le verdure fermentate.

Questi alimenti andrebbero preparati in casa perché più ricchi di batteri rispetto a quelli industriali

Seguendo queste indicazioni si rispetterà l’andamento della natura e si asseconderanno le esigenze del nostro organismo consentendo di affrontare con energia e vitalità questo piccolissimo cambio di stagione, mantenendoci in salute.