Le mosche si sa sono proprio insetti fastidiosi e soprattutto danno un’idea di sporco e malsano.

Nelle Isole ultimamente spesso ne “volano” molte di più sia nelle case che soprattutto dove si mangia o si beve.

Mentre si mangia o mentre si dorme la mosca può diventare un incubo!

Ecco alcuni rimedi naturali per tenerle distanti senza avvelenarci con gli insetticidi chimici, soprattutto se si hanno bambini in casa.

Iniziamo con l’aceto e la menta, prodotti di comune uso in tutte le case.

Fate macerare delle foglioline di menta in un barattolo con dell’aceto di vino, dopo una decina di giorni questa soluzione può essere spruzzata sulle pareti della casa, tenendo così distanti le spiacevoli mosche, provare per credere.


Oppure acquistando dell’olio essenziale di Eucalipto, tra l’altro ha un ottimo profumo, usando un semplice brucia essenze, terrà lontano sia mosche che zanzare, dove ci sono.

Oppure basta riempire delle ciotoline con del pepe nero in grani e posizionarle sia in terrazza che sui davanzali, occhi se si hanno animali o bambini che magari se le mangiano e l’effetto non sarebbe proprio piacevole…

Addirittura una piantina di pepe sulla finestra farà da deterrente ai fastidiosi insetti.

Un mezzo limone con infilzati dei chiodi di garofano potrà diventare un bel centrotavola e fare da repellente.

Anche il basilico tiene distanti le mosche, quindi addobbiamo i nostri terrazzi o balconi con tante piantine, che tra l’altro diventeranno molto utili per cucinare un bel piatto di pasta al pomodoro.

Se invece vogliamo catturarle, riempiamo un barattolo di vetro con dell’aceto di mele e un cucchiaio di detersivo per i piatti, le mosche saranno attratte dall’odore dell’aceto di mele e cadranno in una trappola mortale!

Si ritiene che le mosche si spaventino e si allontanino nel vedere la propria immagine riflessa (mah?!).

Sarebbe dunque opportuno provare ad appendere vicino alle porte o alle finestre dei sacchetti di plastica trasparente, tipo quelli che si usano per congelare i cibi, da riempire con dell’acqua…

C’è chi sostiene che aggiungere una monetina nel sacchetto o nella bottiglia possa essere d’aiuto.

Preparate delle ciotoline da riempire con del pot-pourri realizzato utilizzando fiori essiccati di lavanda e pepe nero in grani.

Profumatelo aggiungendo dieci gocce di olio essenziale di eucalipto e dieci gocce di olio essenziale di citronella. Mescolate il tutto con una bacchetta di legno.

Claudia Lombardi