Santa Cruz filmerà la manifestazione per la Gesta del 25 de Julio e la trasmetterà sui social network nel suo 223° anniversario.

Fiestas si fa carico della proposta dell’Associazione Storico-culturale che ogni anno ricrea il punto di riferimento storico e sistemerà e restaurerà i dintorni del Castillo Negro per filmare una delle battaglie.

Quest’anno ricorre il 223° anniversario della sconfitta dell’ammiraglio Nelson da parte del generale Gutierrez.

La ricreazione della Gesta del 25 de Julio è diventata una delle principali attrazioni di Santa Cruz durante il mese di luglio e ogni anno attira migliaia di persone per godere della rappresentazione fatta dalla Asociación Histórico-Cultural Gesta del 25 de julio de 1797.

Quest’anno, la pandemia di Covid-19 e tutte le misure di sicurezza che la accompagnano, impediranno la ricreazione delle battaglie per le strade, ma non impediranno la battaglia.

Un video, registrato giorni prima del 25 luglio, servirà ad offrire attraverso le reti un pezzo di storia di Santa Cruz.


Questo è stato spiegato dall’Assessore ai Festival, Andrés Martín, che ha spiegato di aver accolto la proposta che l’Associazione ha inviato loro, anche se non sarà trasmesso in diretta, come richiesto dai ricreatori, ma che “un video sarà registrato qualche giorno prima, della durata di circa dieci minuti, che poi trasmetteremo il 25 luglio stesso”.

“La trasmissione in diretta è stata esclusa perché non c’è nemmeno un collegamento elettrico nella zona”, ha aggiunto Martin.

Le riprese si svolgeranno nei dintorni del Castello Nigro e l’intenzione è quella di ricreare la battaglia tra le truppe inglesi e spagnole.

Come specificato dall’Associazione, “i partecipanti saranno gli unici che potranno accedere, rispettando le distanze di sicurezza e, nel caso non fosse possibile, andranno con le maschere corrispondenti”.

Al fine di impedire l’accesso a persone non autorizzate, è possibile posizionare delle recinzioni, alla distanza appropriata, nei punti di accesso all’area”.

Per garantire che non ci saranno assembramenti pubblici, ha spiegato Martin, “non diremo che giorno sarà registrato, gli ingressi saranno recintati e ci sarà personale ausiliario in modo che nessuno passi.

“È un modo per non perdere la tradizione di celebrare la Gesta nella speranza che l’anno prossimo si possa tornare alla tradizione così come la conosciamo”, ha concluso il sindaco.

Il 25 luglio il Museo Almeyda ospiterà anche l’omaggio ai caduti.

Una corona di fiori sarà posta sul monumento che si trova nel museo, la bandiera sarà ammainata, e poi saranno suonati gli inni di Inghilterra e Francia.

Redazione