Eureka! Ho un’idea:

La mela chiodata, l’anemia e le Canarie

Premessa: forse alcuni ne hanno sentito parlare; si chiama Lucky Iron Fish ed è un semplice pesciolino di ferro che promette di essere il nuovo rivoluzionario rimedio contro l’anemia.

Inserito in zuppe e cibi in cottura, con un po’ di succo di limone, sarebbe in grado di fornire il 75% del fabbisogno giornaliero di ferro.

L’idea è dello scienziato canadese Christopher.

Dovete sapere che l’anemia è una patologia che colpisce due miliardi e mezzo di persone nel mondo.

Ma l’idea non è nuova!

Già dal medioevo si usa un rimedio simile contro l’anemia: la mela chiodata.


Venivano infilati dei chiodi in una mela, questa contiene degli acidi che sciolgono il ferro presente nei chiodi e mangiandola si assimilava del ferro.

Una nota: i comuni chiodi attuali non sono di ferro puro ma contengono anche altri metalli quali cadmio, cromo, zinco e anche questi si rendono solubili e disponibili per via degli acidi presenti nelle mele.

È necessario dunque prestare molta attenzione alla scelta di veri chiodi di ferro.

La premessa scritta sopra serve per suggerire, a chi interessa, l’idea di produrre una forma di ferro, con tanto di spiegazioni per l’uso, legata ad un simbolo dell’isola.

Suggerirei l’idolo dei Guanci: Tara, quella figura antropomorfa che si usa spesso come simbolo delle Canarie o con la forma dell’isola.

Ci sarà da risolvere alcuni problemi tecnici, reperibilità del ferro, forma per la fusione, ecc, ma sicuramente potreste creare una cosa utile e interessante.

Naturalmente, proponendo quest’oggetto, è necessario scrivere un “bugiardino” con i vantaggi e le controindicazioni sull’effetto dell’assunzione del ferro.

Questo “El Hierro” (potrebbe essere il suo nome), racchiuso in un elegante sacchetto, può essere proposto soprattutto ai turisti.

Andrea Maino

NB.: le idee proposte in “IDEA!” sono stimoli e non ne garantiamo un risultato metapositivo sia tecnico che di mercato che di marketing.

Esse tendono solo a incoraggiare e a ispirare la ricerca per una opportunità personale dei lettori.