I media britannici incoraggiano a visitare e acquistare immobili sull’isola.

Le case più economiche vengono indicate a Puerto de la Cruz e Santa Cruz.

Il Telegraph, uno dei quotidiani inglesi più importanti, afferma che, sebbene Tenerife sia sempre stata una destinazione balneare economica adatta a godersi le vacanze invernali, ora questa immagine economica sta tramontando.

In un articolo pubblicato alcuni giorni fa si legge che stanno nascendo nuovi hotel in tutta l’isola, si stanno costruendo case di lusso e, grazie ai ristoranti premiati con la stella Michelin, si sta sviluppando nuova una fama tra i turisti amanti della gastronomia.

Tenerife è a quattro ore di volo dal Regno Unito ed è soleggiata tutto l’anno, quindi non sorprende che la maggior parte degli acquirenti provengano dall’Europa e si dirigano principalmente verso la costa meridionale.

Il quotidiano, inoltre, indica ai suoi lettori che è ancora possibile trovare appartamenti per meno di 100.000 euro.


La maggior parte delle proprietà più economiche si trovano nel nord, intorno a Puerto de la Cruz e Santa Cruz de Tenerife, aree più tradizionali e verdi, che si adattano a coloro che vogliono fuggire dalle località turistiche.

Le informazioni continuano con le dichiarazioni di un agente immobiliare che sostiene di veder crescere una tendenza all’acquisto di immobili di lusso sull’isola, in particolare sulla costa occidentale.

Costa Adeje, situata sulla costa sud-est ai piedi del Teide, è considerata la località più esclusiva.

Il clima è abbastanza arido, ma ha spiagge eccellenti e molti servizi ed è anche sede di due degli spazi di fascia alta dell’isola, Golf Costa Adeje e l’Abama Resort.

Elodie Casola, direttore del marketing di Abama Resort, ha spiegato al giornale che l’interesse per le ville in vendita è stato superiore alle aspettative e Abama Resort è diventato un punto di riferimento.

E’ stata la prima struttura di questo tipo e ora tutti ne seguono l’esempio; sembra, quindi, proprio che Tenerife stia diventando una destinazione di lusso.

Nel testo c’è anche spazio per le critiche.

In particolare, il Telegraph ricorda che nel 2015 le istituzioni di Tenerife hanno imposto restrizioni sugli affitti a breve termine.

Gli spazi sono ora classificati come residenziali o turistici, e solo in questi ultimi è possibile affittare immobili settimanalmente, mentre i proprietari hanno bisogno di una licenza per affittare la loro casa.

Secondo Caroline Müller, direttrice del settore immobiliare internazionale Engel & Völkers, la legge è così complicata che anche alcuni avvocati non la capiscono, mentre sarebbe opportuno che gli investitori conoscessero la situazione prima e con maggiore chiarezza.

Rispetto a Maiorca, Tenerife non ha ancora case di lusso disponibili, ma ci si sta arrivando.

Claudia Di Tomassi