La sua buccia contiene la stessa sostanza delle melanzane, da qui il colore blu.

Il pomodoro blu deve il suo colore all’alto contenuto di antocianine e licopene, un carotenoide potentissimo antiossidante. 

pomodori blu sono spesso soprannominati pomodori anticancro per l’alto contenuto di antocianine, pigmenti naturali e benefici per l’organismo.

Le antocianine sono pigmenti vegetali dotati di forti proprietà antiossidanti con effetto protettivo sulle pareti dei piccoli vasi come i capillari, rappresentando un valido aiuto in caso di fragilità capillare.

Il licopene invece sembra agire in particolare contro la degenerazione delle pareti delle arterie (placca ateromasica).

Uno studio pubblicato nel 2008 su Nature Biotechnology ha correlato il consumo di pomodori blu ad alto tenore di antocianine con un incremento nell’aspettativa di vita.


I pomodori blu (o pomodori neri, o pomodori viola; blue/black/purple tomato nella letteratura scientifica internazionale) sono prodotti mediante tecniche di selezione e miglioramento genetico al fine di ottenere, appunto, la produzione di grandi quantità di antociani,

Alcune di queste varietà di pianta hanno già raggiunto il mercato, con vari nomi commerciali, come “Indigo Rose” e “SunBlack”.

Anna Catalani