Il turismo nazionale evita una flessione peggiore e le Isole Canarie registrano in totale 26 milioni di passeggeri.

Luglio ha confermato le peggiori previsioni per il calo del turismo tedesco sulle isole.

A febbraio, prima di recarsi all’ITB di Berlino, Promotur Turismo de Canarias aveva annunciato un calo del 23% della capacità aerea regolare con la Germania per l’estate, ovvero 402.000 posti in meno.

Un calo che si è aggravato nel luglio scorso, quando i passeggeri tedeschi sono scesi del 27%, secondo i dati AENA, il che significa 71.372 passeggeri in meno rispetto allo stesso mese del 2018.

Se il declino del turismo tedesco è confermato, lo è anche la ripresa del visitatore nazionale, che continua a compensare la caduta e mantenere l’equilibrio nel settore.


È stato proprio il traffico di peninsulari e di residenti a sostenere l’attività degli otto aeroporti delle Canarie nel mese di luglio, quando gli scali hanno registrato 3.822.965 passeggeri, il 2,5% in meno rispetto al 2018.

Un calo non peggiore grazie al traffico interno, in quanto sul totale di 3.791.235 passeggeri commerciali, 1.757.309 sono peninsulari e residenti nelle Isole Canarie, con un incremento del 5,6%, mentre i passeggeri internazionali sono stati 2.033.926, l’8,9% in meno.

Gli aeroporti con il maggior traffico nel mese di luglio sono stati Gran Canaria, con 1.068.941 passeggeri (-4,4%), Tenerife Sur, con 891.912 (0,1%) e César Manrique-Lanzarote, con 649.112 (-2,4%), che occupano rispettivamente il settimo, ottavo e nono posto della rete AENA in Spagna.

Completano la lista l’aeroporto Tenerife Nord, con 541.207 passeggeri (+2,7%), Fuerteventura con 504.911 (-9,5%), La Palma, con 130.745 (0,6%), El Hierro, con 26.779 (9%) e, infine, La Gomera, che ha registrato la maggiore crescita percentuale con il 46,4% in più e 9.358 passeggeri.

Per quanto riguarda il numero di operazioni, sono stati registrati 34.696 movimenti, l’1,6% in meno rispetto a luglio 2018, e il traffico merci ha raggiunto le 2.842 tonnellate, il 2,2% in meno.

Tra gennaio e luglio di quest’anno sono stati registrati nelle isole 26.051.257 passeggeri, lo 0,7% in più rispetto allo stesso periodo del 2018.

Sul totale di 25.848.309 passeggeri commerciali, 10.271.917 corrispondono al traffico nazionale, che è aumentato dell’8,3%, mentre i restanti 15.576.392 sono stati viaggi internazionali, con una diminuzione del 3,4%.

Michele Zanin