L’istituzione investirà più di 1,3 milioni di euro fino al 2021 in campagne di sensibilizzazione e lavori per migliorare le strade dell’Isola.

Il Cabildo di Tenerife sta realizzando una serie di azioni per promuovere l’uso delle strade isolane da parte dei ciclisti.

Le iniziative sono volte a migliorare la sicurezza di molte strade dell’isola con l’obiettivo di renderle più facilmente utilizzabili da questo tipo di utenti.

A tal fine, il Cabildo prevede di investire poco più di 1,3 milioni di euro entro il 2021 in azioni come la segnaletica delle piste ciclabili, lavori per sistemare diversi percorsi, così come il miglioramento e il ripristino del manto stradale di diverse strade che vengono utilizzate dai ciclisti.

Foto di Cristiano Collina

Inoltre sono in fase di elaborazione diversi progetti per la creazione di piste ciclabili sia sulla strada per Las Teresitas che nella zona che collega Guaza con Guargacho, ad Arona.

Ofelia Manjón, direttore insulare di Carreteras y Paisaje, afferma che l’Istituzione sta cercando da tempo di promuovere e migliorare l’esperienza dei ciclisti sulle strade di Tenerife.


Il numero di turisti che vogliono visitare l’isola in bicicletta cresce in maniera esponenziale e un maggior numero di residenti usa sempre più spesso la bicicletta.

Il Cabildo ha avviato diverse misure come la creazione dell’Osservatorio delle Isole Ciclabili, che riunisce i diversi gruppi che cercano di promuovere l’uso di questo mezzo di trasporto.

Questo organismo ha l’obiettivo di sostenere azioni relative alla promozione di questa attività nell’Isola.

Ha spiegato Manjón che attraverso questo Osservatorio vengono analizzate le esigenze di tutti i tipi di utenti di biciclette, dalla squadra di ciclisti che vengono sull’isola per allenarsi professionalmente alla famiglia che fa uso occasionale di questo veicolo.

Inoltre, il Cabildo di Tenerife si è impegnato a sviluppare un Master Plan per lo Sviluppo della Bicicletta sull’Isola, uno strumento che servirà a pianificare l’uso della bicicletta in tutta l’isola.

Per realizzare tutte queste azioni, è stato approvato un programma specifico all’interno del Quadro Strategico per lo Sviluppo delle Isole (MEDI), attraverso il quale viene consegnato un rendiconto finanziario annuale e si prevede un bilancio per queste azioni fino al 2025.

Il direttore insulare delle strade riconosce, comunque, che l’intensificazione della presenza dei ciclisti sulla viabilità ordinaria sta creando alcuni problemi di coesistenza con altri utenti della strada.

Sono state presentate alcune denunce contro progetti in corso di elaborazione, come la pista ciclabile sulla strada per Las Teresitas, che i residenti di Anaga e San Andres ritengono sia un aggravio alle code che si verificano soprattutto in estate su questa strada.

Secondo Manjon le strade dell’isola devono avere un uso molto più multidisciplinare e bisogna adattare l’infrastruttura a nuovi usi.

Per questo motivo, tra le azioni promosse dal Cabildo de Tenerife ci sono campagne di sensibilizzazione attraverso le quali si cerca di far capire che le strade dell’Isola devono servire vari tipi di utenti.

Una di queste campagne, realizzata in collaborazione con la Direzione Generale del Traffico (DGT), prevede che i giovani di tutta l’isola vengano formati all’uso della bicicletta.

Ugo Marchiotto