ROMA – A differenza di quanto è avvenuto in Italia per le elezioni europee, dove si è affermata con ampio margine la Lega di Matteo Salvini, i nostri connazionali residenti nei Paesi Ue hanno dato la maggioranza relativa al Partito Democratico (32,44%) al secondo posto troviamo la Lega di Matteo Salvini (18,02%), mentre il Movimento 5 Stelle si attesta al (13,84%).

A seguire  Europa Verde (9,80%),  +Europa – Italia in Comune – Pde Italia (8,76%),   Forza Italia (5,99%),  La Sinistra (4,02%),  Fratelli D’Italia (2,46%),  Partito Comunista (1,09%) e altre liste al di sotto dell’1%.

Per quanto riguarda i dati dei singoli paesi dell’Ue dove i nostri connazionali hanno votato, iniziamo il nostro giro fra i risultati elettorali dalla Grecia dove il Pd ha ottenuto il  26,90 %.

Seconda forza la Lega Salvini Premier (19,52%).

Al terzo posto troviamo il Movimento 5 Stelle con il 15%. 

Diverso il risultato in Bulgaria dove la Lega ottiene il (32,63%), a seguire il M5S (21,19%) e il Pd (21,19%).


Anche in Romania la Lega ottiene il primo posto (40%), secondo il Pd (25,75%) e terzo il M5S (14%). 

Stessa situazione anche in Ungheria dove la Lega di Salvini è primo partito (31,52%), a seguire il Pd (23,20%) e M5S(16,16%).

In Croazia al primo posto troviamo la Lega (28,59%), seguono il Pd (21,97%) e  Forza Italia (12,39%). 

Anche in  Slovenia il primato spetta alla Lega (25,73%), quasi a pari merito il  Pd (25,46%), più lontano il M5S (18,57%).

In Slovacchia si afferma invece il Pd (32,83%), seguito a distanza dalla Lega (21,72%) e dal Movimento 5 Stelle (19,19%).

Anche in Austria vince il Pd (26,35%), a seguire Europa Verde (21,13%) e  +Europa – Italia in Comune – Pde Italia (12,14%). 

Il Partito democratico con il (28,32%) si afferma in Repubblica Ceca dove ottengono positivi risultati la Lega (18,64%) e il Movimento 5 Stelle (17,56%).

Anche in Polonia troviamo ai primi posti il Pd (26,83%), la Lega (18,41%) e  M5S (16,19%).

In Lituania si afferma il Pd (40,30%), a seguire La Sinistra (13,43%) e la Lega (11,94%).

In Lettonia è invece la Lega il primo partito (34,86%), seguono M5S (23,85%) e Pd (13,30%).

In Estonia troviamo nell’ordine il Pd (28,09%), la Lega (21,35%) e M5S (15,73%).

Il Pd primeggia anche in Finlandia con il 40%, secondo il Movimento 5 Stelle (14,15%), mentre al terzo posto si attesta Europa Verde (12,20%). 

Il Partito democratico ottiene il 45,23% in Svezia, a distanza troviamo  +Europa  (12,92%) e Movimento 5 Stelle (11,01%).

Affermazione del Partito democratico (41,85 %) anche in Danimarca dove al secondo posto abbiamo la lista  +Europa (15,05%), e al terzo il  Movimento 5 Stelle (13,26%).

Per quanto poi riguarda la Germania, dove risiede una delle più estese comunità italiane, il Pd ottiene il 26,70%, la Lega il (24%) e il M5S il (18,85%).

Il Partito democratico è primo anche nei Paesi Bassi (40,50%), al secondo posto  +Europa (14,61%) e al terzo il Movimento 5 Stelle (14,05%). 

In Belgio il Pd (34,35%) viene seguito a distanza dalla Lega di Salvini (20,49%) e dal Movimento 5 Stelle (10,76%).

Il Partito democratico (38,79%) ottiene il primo posto anche fra i nostri connazionali residenti in Lussemburgo, seconda la Lega (17,34%) e terza  +Europa (10,48%). 

In Francia il Pd ottiene il 35,25%, la Lega il 18,35% e  Europa Verde il (10,71%).

Il Partito democratico è in testa anche in Spagna con il (31,32%), secondo il Movimento 5 Stelle (13,23%) e in terza posizione abbiamo la Lega ( 11,70%). 

In Portogallo troviamo il Pd (30,67%), che viene seguito dalla Lega (22,13%) e dal M5S (14,54%). 

Il Pd si afferma anche in Irlanda con il 35,64%, in buona posizione  il Movimento 5 Stelle (14,72%) e +Europa (13,39%).

Infine analizziamo i risultati del Regno Unito, il paese sull’orlo della Brexit, dove il Pd ottiene il  38,39%, il M5S prende il 14,17% e la Lega l’11,63%.

(Inform)