Foto di Cristiano Collina

Gonzalo Pascual denuncia che il cambio di superficie minima per i terreni rustici è una mazzata per i piccoli investitori.

Il consigliere alla Pianificazione al Territorio del Cabildo de La Palma, Gonzalo Pascual, denuncia che la modifica alla Legge delle Isole Verdi (Ley de Islas Verdes) approvata durante l’ultima assemblea del Parlamento Canario rappresenta un colpo per molti piccoli investitori dell’isola che vorrebbero intraprendere un’attività turistica di piccola dimensione e si vedono obbligati ad ottenere una superficie maggiore su cui svilupparla.

Questa situazione, a giudizio del consigliere, sta suscitando grande preoccupazione tra le persone che si apprestavano a realizzare un investimento turistico di piccole dimensioni su aree rurali.

Di fatto la superficie minima per un edificio turistico fino a 10 posti letto passa da 2.500 mq a 4.000 e per quelli da 11 a 20 posti letto, passa da 4.000 a 6.000 mq.

Gonzalo Pascual ha indicato che molti investitori si sono mossi in base alla Ley de Las Islas Verdes del 2016 che era stata promossa dal Cabildo e ora, di fronte a questa modifica, si trovano a non disporre della superficie minima richiesta.

Il consigliere socialista lamenta che il Parlamento abbia voluto portare avanti una modifica che va contro La Palma, e che è stata approvata attraverso un accordo ristretto tra CC, PP e ASG, mentre la precedente, nel 2016 era stata fatta anche con il voto favorevole del PSOE.


Di contro il Circulo de Empresarios del Suroeste de La Palma (Esuropal) ha ringraziato i tre partiti che si sono fatti promotori del cambiamento alla Ley de Islas Verdes per lo sforzo a vantaggio dei cittadini de La Palma.

Esuropal inoltre ha posto l’accento sull’atteggiamento del PSOE che è stato, a suo dire, scandalosamente contrario agli interessi dell’isola.

Gli imprenditori hanno indicato che il cambiamento riguarda aspetti puntuali della legge atti a facilitare l’iter dei progetti che fino ad ora venivano ostacolati dal Cabildo de La Palma.

In questo caso, a giudizio degli imprenditori, non solo risulta preoccupante l’attitudine contraria agli interessi dell’isola, ma anche quella del Presidente del Cabildo Anselmo Pestana e quella del PSOE.

Esuropal ha espresso parole di apprezzamento per l’impegno serio e fermo della consigliere Nieves Lady Barreto che fin dal primo incontro si è resa conto che la legge vigente sulle superfici minime andava contro gli interessi degli abitanti de La Palma e che è necessario attivare un nuovo schema normativo che permetta investimenti e sviluppo nell’isola.

Claudia Di Tomassi