Oggi, tanto per non rischiare di farci bloccarci le giunture dalla sedentarietà, andiamo ad “affrontare” uno dei tanti sentieri del parco del Teide.

Arrivati al centro visitatori al Portillo, come d’abitudine, chiediamo notizie sulla percorribilità dei sentieri, in particolare di uno che avremmo voluto percorrere oggi, e come volevasi dimostrare era chiuso.

Già, chiuso insieme a buona parte dei  sentieri il Lunedì, Mercoledì, e Venerdì, per la fantomatica caccia ai Mufloni.

Ok tutto bene optiamo per il sentiero 20 Volcan de Fasnia.

Dal centro visitatori del Portillo ci dirigiamo verso il complesso dell’osservatorio in direzione Izana dopo circa 4 km giungiamo al Mirador Corral del Nino.

Potremmo partire da qui, ma visto che ci vogliamo far del bene proseguiamo sino all’incrocio per l’osservatorio dove parcheggiamo.


Acqua tanta, scarponcini, un cappello, un boccadillo e Via.

L’inizio è una strada sterrata e larga che in discesa scende nella larga valle, sullo sfondo il nero assoluto del Vulcan di Fasnia, vulcano formato da un’eruzione abbastanza recente nel 1705.

In discesa per circa una mezz’ora raggiungiamo le pendici del vulcano che costeggeremo, tenendolo alla nostra sinistra.

Proseguiamo sino all’indicazione sulla destra, sentiero  n° 20, e da un numero di palina che sarà regressivo visto che lo abbiamo preso al contrario.

Si lascerà la sterrata per il sentiero, che inizia con una graduale salita in mezzo a vegetazione bellissima, consiglio: fatelo in primavera vista la varietà di flora fantastica che presenta colorazioni bellissime e varie.

Numerosissime le ginestre utilissime per gli apicoltori che sfruttano la fioritura intensa per ottenere il pregiato miele di ginestra, contribuendo con le loro api all’impollinazione delle specie botaniche presenti.

Occhio quindi alle API.

Altri cespugli abbondanti nella zona sono il codeso, l’erba pajonera e il rosmarino della vetta.

Il sentiero sempre in leggera salita prosegue e troverete l’indicazione per Corral del Nino dove chiuderemo il cerchio.

Il panorama è bellissimo la vista ampia e si riesce a scorgere Gran Canaria, mare di nubi permettendo.

Eccoci arrivati soddisfatti  dopo questo bel giro di circa 8,5 km da percorrere al nostro passo “maturo” in circa 4 ore scendiamo nella bolgia del turismo (anche lì c’è il suo perché).

Bagnetto, cena, e meritato riposo.

Ciao

Rodolfo Rodolfi

Link percorso:
https://it.wikiloc.com/wikiloc/spatialArtifacts.do?event=setCurrentSpatialArtifact&id=36732720