Il Presidente dell’isola di Tenerife Carlos Alonso ha recentemente fatto il punto sugli stanziamenti previsti nei settori Strade e Paesaggistica, precisando che il budget a disposizione sarà pari a 64 milioni di euro, dei quali 52 milioni provenienti dallo stesso Cabildo e 12 da investimenti finanziari sostenibili.

Durante la conferenza stampa di presentazione, Alonso, accompagnato dai dirigenti del dipartimento Sviluppo, Strade e Paesaggistica, Miguel Becerra e Ofelia Manjón, ha presentato 75 nuovi lavori da realizzarsi nel corso di quest’anno, che inizierà con la stesura di 44 progetti e il proseguimento di 28 opere; dall’inizio del proprio mandato, Alonso ha sottolineato che sono state realizzate 200 iniziative per un importo di circa 100 milioni di euro.

A queste seguirà un ampio ventaglio di progetti che avranno per obiettivo il consolidamento del percorso di miglioramento intrapreso da Alonso per quanto riguarda il settore Strade, con la riasfaltatura e la completa ristrutturazione delle vie di numerosi agglomerati, e per quello della Paesaggistica, con il miglioramento dell’ambiente urbano.

Alonso ha posto anche l’accento sull’impegno nel proseguire i lavori dell’Autopista del Norte, TF-5, al fine di contribuire a migliorare il flusso del traffico; a tal proposito ha ricordato la realizzazione della terza corsia tra Guamasa e Los Rodeos, con un budget di 45 milioni di euro, del passaggio pedonale di Padre Anchieta, del collegamento per Lora y Tamayo e quello tra la Carretera General de La Esperanza (TF-24) con la TF-5.

Tutte queste opere si sommano a quelle già terminate, come la riorganizzazione dell’accesso di Lora y Tamayo (direzione Santa Cruz), l’accesso alla rotonda di Las Chumberas, la corsia per gli autobus per l’accesso allo scambiatore di La Laguna e il collegamento di El Coromoto e San Benito.

Il bilancio per questo esercizio si è sviluppato in conformità con la pianificazione strategica accordata dalla Corporación Insular attraverso il cosiddetto MEDI, Marco Estratégico de Desarollo Insular di carattere pluriennale (2016-2025) e articolato attorno a 5 assi, laddove Strade e Paesaggistica rappresentano il terzo di essi, denominato Infrastrutture, e con il duplice scopo di creare occupazione e sviluppo territoriale equilibrati, e di promuovere la ricchezza in maniera equa e distribuita su tutto il territorio di Tenerife.


Attraverso i programmi del Medi s’intende investire significativamente nella rete stradale e nello sviluppo di una strategia in grado di ottimizzare le intersezioni, gli attraversamenti, la sicurezza e la manutenzione delle strade e delle piste ciclabili, senza dimenticare la necessaria conservazione e valorizzazione degli spazi verdi e dei punti panoramici.

Gli investimenti saranno così distribuiti tra Plan de Carreteras, Mejora de Recorridos Ciclistas, Mejora del Paisaje e Tenerife Innova; a sua volta il Plan de Carreteras, con un budget totale di 45,3 milioni di euro, si suddivide in Carreteras Insular, 25,8 milioni di euro, Carreteras Regionales, 9,3 milioni di euro, e Conservaciones, per 10,2 milioni di euro.

Nell’ambito del Plan de Carreteras in particolare si trovano diversi interventi da effettuare sia su strade urbane che extraurbane, come la TF-28 in più tratti (Güímar-Fasnia, Candelaria, Granadilla, El Rosario), TF-436 (Buenavista), TF-64, (Granadilla), TF-21 (La Orotava; Santa Úrsula) e TF-13 (La Laguna- Tacoronte).

Diverse anche le azioni sulle intersezioni e gli incroci, come la Intersección de Armeñime (Adeje), quella della TF-64 con la TF-643 (Intersección de El Médano, a Granadilla), Glorieta alla TF-28 di Chayofa (Arona) e la TF-217 con la TF-5 (La Victoria-Santa Úrsula), ma pure la TF-272 (El Sobradillo) eTF-256 (El Tablero), a Santa Cruz, Travesía TF-165 a el Calvario (Tacoronte), Travesía de Alcalá (Guía de Isora), Travesía TF-180 (Santa Cruz) e TF-265 Los Baldíos (La Laguna), e la Travesía TF-226 (El Rosario).

Una somma pari a 1,8 milioni di euro è stata invece inserita a bilancio per la sicurezza stradale e la realizzazione della segnaletica, mentre 190mila euro vanno per il miglioramento dell’illuminazione.

Tra le azioni svolte sulle strade dell’isola per facilitare la mobilità, il Cabildo ha tra le sue priorità la salvaguardia della sicurezza di coloro che utilizzano la bicicletta, un mezzo che nel corso degli ultimi anni ha avuto un trend di crescita costante, sia come alternativa a veicoli pubblici e privati, che come attività sportiva; ecco quindi che saranno investiti 335mila euro per le piste ciclabili, in particolare quella di accesso a Las Teresitas, quella ciclabile-pedonale di Arona e San Miguel, i percorsi cicloturistici nella Isla Baja, e per campagne di sensibilizzazione sull’educazione stradale per ciclisti.

In quest’ottica è stato fondato un Observatorio de la Bicicleta, progetto trasversale che ha per obiettivo quello di gestire e migliorare il settore del ciclismo sull’isola, attraverso incontri e dibattiti aperti al pubblico.

Il settore della Paesaggistica avrà a disposizione un budget da 6 milioni di euro, ovvero 1 milione di euro in più rispetto a quello dell’anno passato; azioni ritenute prioritarie saranno la ristrutturazione e la realizzazione dei punti panoramici sulle strade, il miglioramento degli spazi già esistenti ma in degrado e la pulizia delle aree verdi adiacenti alle strade principali.

Tra tutte le opere spicca quella della ristrutturazione del collegamento tra TF-1 e Vía Exterior, oltre a quelle di conservazione delle zone verdi.

Notevole anche l’impatto che queste azioni avranno sul mercato occupazionale: si prevede infatti che saranno necessari 2.700 posti di lavoro indiretti, la maggior parte dei quali legati al settore dell’edilizia, uno dei più colpiti dalla crisi.

Anita Caiselli