Ancora una volta il Presidente dell’Associazione A.P.I.C.E. difende la categoria più sensibile i “pensionati” scrivendo una lettera a INPS e CitiBank

In seguito a fatti veramente incresciosi successi da parte di CitiBank, il Presidente Giuseppe Bucceri, sempre in allerta ci contatta or ora, con preghiera di pubblicare la missiva inviata alla Direzione Generale Inps, CGIE Spagna – Dr. Giuseppe Stabile, Com.it.es Madrid – Dr. Mariani -Com.it.es. Barcellona – Dr. Zehentner – e i due consoli Onorari Dr. De Blasio e Dr. Pelizzolo, della problematica che è stata sollevata dalla Citibank in merito, specificatamente, ai certificati di esistenza in vita, firmati dal Comune di Arona Tenerife, che a loro dire non sono conformi.

“Spett.le Direzione, con la presente missiva, si trasmette la nota pervenutaci della Sig. …………, socia, residente a Tenerife-Arona, nonché copia del certificato di esistenza in vita contestato da CITIBANK.
In particolare, la problematica è riferita a qualche Comune di Tenerife.
Questo crea DISAGIO e un possibile e grave problema nel caso in cui la CITIBANK, per un motivo o per l’altro, provveda a sospendere la pensione.

Il connazionale non ha alcuna possibilità di contestare ad una Autorità le modalità di compilazione.
Per questo motivo, invito i sigg. in indirizzo, di voler, nella possibilità, intervenire affinché venga trovata una soluzione per il bene del pensionato, che spesso, solo ed in età avanzata, rischia veramente di trovarsi senza sostegno, prima che si accorga dell’errore o della sospensione.
Certo di un Vs. gradito riscontro distintamente saluto.

Ancora una volta, aggiunge il Presidente BUCCERI, solo e soltanto  il Consigliere del CGIE Spagna – Portogallo Dr. Giuseppe Stabile, il Presidente del Com.It.Es. Barcellona Dr. Alessandro Zehentner e il Console On. Di Las Palmas Cav. Carlo De Blasio, hanno risposto prontamente alla richiesta di intervento, affinché si “blocchi“ urgentemente la decisione di CITIBANK di sospendere la pensione per delle irregolarità che non sono, a mio avviso,  importanti.   

Comprendo che forse alcune Autorità da me interessate (vedi i nominati sopra elencati) non abbiano competenza,  ma un cenno di riscontro a una Associazione Riconosciuta, che rappresenta i connazionali Italiani, in questa occasione sul territorio Spagnolo,  pensavo di riceverlo.


Il nostro interesse come APICE è prima di ogni altra cosa, tutelare i connazionali ed è per questo che il mio impegno costante è riferire le  irregolarità o le problematiche alle nostre rappresentanze ufficiali (Ambasciata, Consoli, CGIE e Com.It.Es.)

La cosa che mi rammarica è che, sebbene siano decine le Associazioni presenti sul territorio, non ho mai letto, almeno se non mi è sfuggito, alcuna notizia a difesa dei connazionali.

Tante Associazioni non servono certamente a risolvere nulla, se ognuno va per la propria strada.

Più volte ho invitato di unirsi… nessuno sente, il perché??

Non lo conosco!!!”

Vi ricordo cari amici che la nuova sede A.P.I.C.E. di Tenerife è ubicata a Calle Ibarra, 13 Las Galletas.

I nostri recapiti cell. +34690108704

Pres. Giuseppe Bucceri