Una delle novità contenuta nella nuova ordinanza di circolazione e mobilità di Santa Cruz de Tenerife riguarda l’attivazione di aree di parcheggio regolamentate (ZER) o di parcheggio a rotazione, generalmente situate nel centro della città o nelle immediate vicinanze dei centri commerciali.

Il parcheggio, limitato ad un’ora massimo due, sarebbe gratuito ma la nuova ordinanza apre anche le porte a zone dove per parcheggiare occorre pagare.

Nello specifico, l’articolo 95 della nuova ordinanza disciplina ciò che viene definito area di parcheggio a pagamento, con tariffe stabilite dall’Ayuntamiento, e area di parcheggio a tempo limitato, da collocare in strade pubbliche rispettandone le caratteristiche.

Circa la gratuità di alcune zone adibite a parcheggio, verrà implementata un’apposita applicazione di telefonia mobile che consentirà ai fruitori di registrare il proprio veicolo, controllando così in tempo reale la durata della sosta per non incappare in sanzioni.

Sarà realizzato inoltre un dispositivo formato orologio che verrà utilizzato nel caso non si disponga di un telefono cellulare di ultima generazione e in grado di determinare il tempo della sosta; il dispositivo dovrà essere collocato a cura del fruitore sul cruscotto dell’auto.

(NdR e così, con un po’ di ritardo, ecco che hanno riscoperto il DISCO ORARIO 🙂 )


Nessun utente potrà utilizzare le aree adibite a sosta senza utilizzare le applicazioni e le modalità previste e, a tal proposito, il controllo verrà effettuato dagli agenti municipali.

A queste limitazioni di parcheggio si unisce il regolamento specifico circa l’accesso alla parte centrale di Santa Cruz con autoveicoli, un varco che sarà limitato e regolato secondo diversi parametri, per i quali saranno emesse diverse tipologie di ticket a seconda della necessità.

Vi saranno quindi ticket per l’accesso ai margini del centro, per raggiungere i garage, per operazioni di carico e scarico o lavori temporanei, per i commercianti e per gli accessi speciali.

Tutti i veicoli sprovvisti di tale riconoscimento saranno sanzionati.

(NdR e così, con un po’ di ritardo, ecco che hanno scoperto i “vantaggi” della ZTL 🙁 )

Alberto Moroni