Uno dei tanti elementi naturali dell’isola di Tenerife fonte di attrazione per i turisti, è la presenza delle indimenticabili piscine naturali, bacini di acqua salata per lo più create dalla natura stessa che danno la possibilità di godere di un mare tranquillo e cristallino.

Ma quali sono questi luoghi da non farsi scappare per una giornata di relax sotto al sole?

Bajamar è un complesso di piscine naturali che si trova a San Cristóbal de La Laguna, composto da due bacini di acqua salata per adulti e uno minore per bambini; dotato di ogni servizio come spogliatoi, bagni e ristoranti, è un luogo facilmente raggiungibile e ideale per le famiglie.

Charco de la Laja è situato nella costa nord dell’isola, a San Juan de la Rambla e la sua particolarità è che è stata formata da spettacolari flussi di lava vulcanica; l’accesso è piuttosto agevole in quanto è necessario seguire il percorso adiacente alla costa.

Questa è indubbiamente tra le piscine naturali quella meno adatta ai bambini a causa delle numerose onde che la caratterizzano ma è in grado di regalare spettacolari panorama mozzafiato all’ora del tramonto.

Il Complejo Costa Martiánez, a Puerto de la Cruz, è il risultato eccellente dell’opera dell’artista di Lanzarote César Manrique, che ha saputo ricreare un paesaggio unico al mondo a contatto con il mare.


La piscina, costruita dall’uomo, è di acqua di mare ed è circondata da una ricca flora e numerose sculture di Manrique; in totale i visitatori possono godere di quattro piscine per adulti e tre per i bambini, dotate di ogni comfort come ombrelloni, amache, servizi igienici, docce, ristoranti, bar e getti d’acqua e geyser artificiali.

Il Charco del Vento, nel comune di la Guancha, nel nord dell’isola, è tra tutte le piscine naturali quella che fa la gioia degli amanti dello snorkeling e delle immersioni in generale, ricca di pesci e piante marine da ammirare in totale tranquillità.

Rimanendo a nord, nel comune di Garachico, si trova El Caletón, da molti definito un capriccioso lavoro della natura, creato tra flussi di lava formatisi dall’eruzione del vulcano Trevejo nel lontano 1700; qui hanno preso vita una serie di piscine naturali dove l’acqua talvolta entra con fragore e alti spruzzi. A questo proposito è consigliata molta attenzione nella balneazione.

Infine Punta del Hidalgo, tipica località di Tenerife molto amata anche dai suoi abitanti e dove si trovano diverse piscine naturali come quella dell’Arenisco, tutte molto confortevoli, adattate per l’accesso delle famiglie grazie a barriere e scalinate e circondate da ristoranti specializzati in piatti di pesce e frutti di mare.

Franco Leonardi