More

    La Laguna lotta contro la diffusione del pappagallo di Kramer

    Il Camino Largo è uno dei punti dove si possono vedere questi uccelli, la cui cattura è inclusa nel nuovo contratto di disinfestazione, che il Concistoro offre per la prima volta.

    Il parrocchetto di Kramer, una specie esotica e invasiva, è sempre più presente nel comune di La Laguna, ed è per questo che, per la prima volta, il Comune sta per prendere misure per controllare la sua espansione.

    Questo è stato confermato ieri dall’assessore responsabile della zona, José Luis Hernández, che ha spiegato che “da quando sono arrivato al consiglio ho capito che questo doveva essere risolto e ci siamo messi al lavoro”, mettendo in gara questo nuovo contratto che è stato diviso in tre lotti.

    Uno per il controllo della popolazione di piccioni e la rimozione degli uccelli selvatici, tra cui principalmente galli e galline; un altro per la rimozione della fauna esotica, che ora include il parrocchetto di Kramer, e un ultimo per lo sterminio dei ratti e la disinsettizzazione negli spazi pubblici aperti.

    La gara è per un totale di due anni, con possibilità di estensione per altri due, e un budget complessivo di 248.202,56 euro, escluso IGIC.

    Per lotti, il bilancio è di 67.863,80 euro per il controllo dei piccioni e la rimozione degli uccelli selvatici; 28.405,58 euro per la rimozione della fauna esotica; e 151.933,18 euro per lo sterminio dei ratti e la disinfestazione.

    Per quanto riguarda la rimozione della fauna esotica straniera, il servizio include per la prima volta la cattura di uccelli esotici e invasivi, come il parrocchetto di Kramer.

    “Fino a poco più di un anno fa era molto limitato e localizzato, ma da qualche mese è un problema che è aumentato enormemente”, soprattutto in zone come “il Camino Largo, nel centro della città, e dove ci sono boschetti di alberi, si possono già vedere stormi notevoli”, ha spiegato l’assessore.


    Se lasciamo che questo continui per un altro anno o due, diventa un grosso problema”, ha aggiunto, “e ora siamo a un punto in cui la cattura può forse controllarlo.

    In questo caso, gli uccelli vengono catturati e non macellati.

    Per quanto riguarda il lotto di derattizzazione e insetti negli spazi pubblici aperti, comprende specie come ratti, topi, scarafaggi, pulci, formiche, api, vespe e simili.

    Nel frattempo, nel controllo della popolazione di piccioni e la rimozione di uccelli selvatici, sono inclusi galli e galline, che “sono un problema sempre più ricorrente, soprattutto in queste aree al confine tra aree urbane e rurali, come nel barranco di La Verdellada, e stanno cominciando a crescere a dismisura creando problemi che devono essere affrontati”, ha detto Hernández.

    Per quanto riguarda i piccioni, l’offerta comprende il posizionamento di 25 gabbie per la loro cattura, con il Municipio che determina i luoghi.

    Tuttavia, l’assessore ha spiegato che un recente rapporto della Procura di Stato inviato alla Federazione spagnola dei comuni e delle province stabilisce, per quanto riguarda la cattura e/o l’abbattimento dei piccioni nelle aree urbane, che deve essere autorizzato dall’ente ambientale competente del territorio.

    Questa procedura deve ancora essere specificata.

    “In ogni caso, questa relazione sarà resa nota all’azienda che vince la gara e vedremo come organizzare questa questione della domanda”, ha detto l’assessore, che ha sottolineato che la gara è stata presentata prima della comparsa di questa relazione.

    Hernández ha anche sottolineato che l’uso del cibo contraccettivo è stato infine respinto, poiché anche se “sembrava abbastanza interessante, ci è stato dato uno studio che diceva che ci potrebbero essere danni collaterali ad altre specie e questo ci ha fatto rallentare un po’” e poiché i risultati non erano chiari lo abbiamo dovuto mettere fuori gara, “abbiamo continuato con l’unico metodo che abbiamo ora”, ha sottolineato.

    Michele Zanin

     

    10 anni di successi grazie alla fiducia dei nostri sponsor e di tutti gli affezionati lettori

    Articoli correlati