More

    Attività di senderismo e trekking nelle Isole Canarie con assicurazione

    Se siete coinvolti nell’organizzazione di attività sportive e d’avventura, come l’escursionismo o l’alpinismo, dovete essere consapevoli delle conseguenze legali che questo può comportare per quanto riguarda possibili incidenti ai partecipanti.

    Cos’è la responsabilità civile?

    È l’obbligo legale o morale di accettare le conseguenze di un atto, che può portare al risarcimento o alla riparazione del danno causato.

    L’autore del danno è considerato responsabile del danno, indipendentemente dalla sua colpa o meno.

    Si parla di illecito civile quando si è agito senza la dovuta diligenza, senza prevedere tutti gli atti e i possibili effetti derivati dalla sua azione.

    Legalmente, ci sono tre tipi di atti:


    Dannoso: quando il danno è causato intenzionalmente.

    Colposo: quando il danno è causato anche se non c’è l’intenzione di causarlo.

    Irresponsabile: quando il danno è causato accidentalmente.

    Chi è responsabile degli incidenti nelle attività escursionistiche e di montagna?

    In caso di incidenti causati da attività all’aperto, come l’escursionismo e le attività in montagna, le guide (professionali o meno), gli istruttori, i professionisti, gli organizzatori, ecc. possono essere responsabili ai fini legali.

    Non fa differenza se chi organizza l’attività lo fa a scopo di lucro o meno.

    Non esiste un regolamento legale specifico sulla responsabilità civile per gli incidenti nelle attività escursionistiche e di montagna, ma ci sono alcuni giudizi che possono essere estratti da diverse domande che possono essere utilizzate come esempio di quando la responsabilità è sostenuta:

    In un gruppo di amici che praticano l’escursionismo o altre attività in montagna, chi assume il ruolo di leader o guida è responsabile in caso di incidente.

    Il leader o la guida non può essere esonerato dalla responsabilità per la sua mancanza di professionalità o perché i suoi servizi non sono remunerati.

    Chiunque assuma la direzione del gruppo deve prendere le misure necessarie per evitare i pericoli.

    Per esempio, il capogruppo o la guida, professionale o non professionale, deve assicurarsi che sia portato per l’attività l’equipaggiamento appropriato.

    Il leader o la guida non è responsabile della disobbedienza del gruppo, tranne nel caso di minori.

    Qualsiasi entità che organizza un’attività di trekking o altre attività di questo tipo è responsabile di qualsiasi danno causato da negligenza.

    Per esempio, se l’attrezzatura usata per l’attività è in cattive condizioni e causa un incidente.

    Se l’istruttore, la guida o l’organizzatore valutano male i rischi, sono responsabili di aver agito per negligenza.

    Consigli pratici per la pratica delle attività di Sport e Avventura

    Qualsiasi persona, guida, istruttore o organizzatore di un’attività di turismo attivo, come l’escursionismo o l’alpinismo, deve prendere certe precauzioni per minimizzare la sua responsabilità.

    Questi sono:

    Informare sull’attività da svolgere, i possibili rischi, le condizioni necessarie, il materiale adeguato necessario, ecc.

    Ispezionare il materiale che ogni persona sta portando e non permettere a nessuno che non abbia il materiale appropriato di praticare l’attività.

    Portare tutto il materiale necessario per qualsiasi imprevisto (acqua, corde, kit di pronto soccorso, materiale per il pernottamento, ecc.)

    Avvertire il gruppo che sono obbligati a seguire le istruzioni della guida o dell’istruttore.

    Informateli di tutte le misure di sicurezza da prendere.

    Quale assicurazione devo stipulare per le attività di Turismo Attivo?

    Di seguito ti spieghiamo le polizze assicurative di sport e avventura che devono essere stipulate nelle Isole Canarie per l’organizzazione di attività di turismo attivo:

    Assicurazione contro gli infortuni nel turismo attivo

    Si tratta di un’assicurazione che copre il rischio di incidente o di lesione corporale.

    Le garanzie abituali sono l’invalidità permanente o temporanea, la morte e l’assistenza sanitaria.

    Le somme di capitale sono di solito limitate per ciascuna delle garanzie.

    L’invalidità e la morte non superano di solito i 30.000 euro e l’assistenza sanitaria i 3.000 euro.

    Questo tipo di assicurazione sarebbe adatto a coloro che praticano attività di trekking e di montagna, sia individualmente che collettivamente.

    Con questo tipo di assicurazione si possono coprire gli eventuali costi di un salvataggio, come richiesto dalle norme legali in vigore nelle Isole Canarie.

    Assicurazione di responsabilità civile per il turismo attivo

    Copre il rischio che l’assicurato abbia l’obbligo di risarcire un terzo per i danni causati.

    Questo tipo di assicurazione è adatto a qualsiasi persona o azienda dedicata all’organizzazione di attività di turismo attivo nelle Isole Canarie.

    Bina Bianchini

     

    Articoli correlati