È una verdura di stagione in inverno, ricca di fibre, folati (importanti per le donne incinte) e vitamina C che aiuta il corpo a combattere i radicali liberi, sintetizzare il collagene e assorbire il ferro dal cibo.

Inoltre, ha pochissime calorie

La cipolla è uno degli ingredienti più comuni nella cucina canaria e mediterranea.

Ma se il suo sapore è troppo forte per voi, c’è un altro alleato per voi in cucina che ha un sapore molto più delicato.

È un ortaggio da cui si ricava di tutto e anche se lo si vede confezionato e tagliato con “tronchi” bianchi/verdi, non credere che questa sia l’unica parte commestibile.

Se lo compri intero all’ingrosso, oltre a ridurre l’imballaggio di plastica, puoi sfruttare le parti bianche e verdi delle foglie e usarle in più ricette.


Stiamo parlando del porro.

Il porro è una verdura di stagione in inverno ed è ricco di fibre per una flora intestinale sana, folati che sono molto importanti per le donne incinte e vitamina C che aiuta il corpo a combattere i radicali liberi, sintetizzare il collagene e assorbire il ferro dal cibo.

Il 90% di questa verdura è acqua, quindi ha pochissime calorie.

Si comprano nei supermercati sono di produttori canari e così si sostiene l’economia locale delle isole.

La parte bianca del porro

È quella che usiamo di più.

Nelle creme, nelle frittate, nelle quiche, nelle torte salate, nei soffritti o come base per le salse.

Il suo sapore delicato lo rende un ingrediente di base.

Per mangiarlo, è necessario pulirlo bene ed eliminare qualsiasi resto di terra.

Si taglia e si butta via la base finale e i primi strati della superficie.

Poi si sciacqua bene sotto il rubinetto, si asciuga ed è pronto per la cottura.

La parte verde del porro 

Questa parte che molte persone sprecano perché non conoscono le possibilità che offre, puoi usarla per fare gustosi brodi di verdure, pollo, carne o pesce.

Aggiungete altre verdure come carote, fagiolini, zucchine o patate al brodo e avrete una zuppa deliziosa.

Potete anche tagliarlo a fette sottili o a julienne e friggerlo per dare un tocco originale e croccante ai vostri piatti. Potete mangiarlo crudo, tritato finemente per dare freschezza alle vostre insalate.

Conservare in frigorifero o congelato

Sapevi che ci sono verdure che possono essere congelate?

Il porro è una di loro.

Se non avete intenzione di consumarlo al momento o tra qualche giorno, potete congelarlo ed evitare di sprecare il cibo.

Lavare bene e rimuovere lo sporco.

Asciugarlo con carta da cucina e conservarlo in un sacchetto con chiusura lampo o pellicola trasparente e metterlo nel congelatore.

Bina Bianchini