Per questo mese, suggerire oggetti da produrre per i turisti, è meglio lasciar stare; ma noi non demordiamo, così abbiamo pensato a una cosa simpaticissima da fare per noi o da proporre a un pubblico locale, se la cosa vi stimola.

Vi proponiamo dunque un progetto interessante: una pantofola!

È un progetto che spiega come auto prodursi una scarpa studiato da H. Yuxin Han, uno studente del Pratt Institute, cioè una scarpa pieghevole ispirata agli origami e che trasforma il processo spesso lungo e difficile della produzione di scarpe in una cosa accessibile a tutti.

Il materiale con cui conviene farla è una sorta di gommapiuma: L’EVA espansa (Etilene Vinil Acetato) inizialmente utilizzato in ambito edile ed industriale, poi per fare appunto anche scarpe.

Questo materiale è consigliato perché resistente agli acidi inorganici, agli oli, ai grassi ed è idrorepellente; è confortevole al tatto, flessibile e realizzato con componenti antimuffa e antibatterici ed è riciclabile

Ma anche altri materiali flessibili vanno bene.


Le scarpe sono cose complesse da realizzare: gomma, tessuto, lacci delle scarpe, cuciture, ma questo progetto prevede che da un unico pezzo si possa ritagliare un motivo e piegarlo in un paio di scarpe indossabili.

Suggeriamo di ridisegnare la sagoma che vedete, ingrandita allo scopo, ad esempio aiutandovi con fotocopie ingrandite, su un foglio di gomma piuma semi rigida, per poi ritagliarla e creare un prototipo che potete eventualmente modificare.

Può essere un passatempo, ma potete anche pensare di produrne un po’ da commercializzare; naturalmente, se pensate a questo, conviene far fustellare il materiale per avere delle sagome precise e fatte velocemente.

—————

NB.: le idee proposte in “IDEA!” sono stimoli e non ne garantiamo un risultato metapositivo sia tecnico che di mercato che di marketing. Esse tendono solo a incoraggiare e a ispirare la ricerca per una opportunità personale dei lettori.