L’area a Los Realejos, in località Finca El Quinto, è delimitata da erba artificiale e presenta segnaletica, maniche a vento e telecamere.

L’Ayuntamiento di Los Realejos ha ricostruito la pista comunale di atterraggio per parapendio situata a Finca El Quinto.

Secondo il sindaco di Los Realejos, Manuel Dominguez, la ricostruzione nasce dal desiderio di andare incontro alle esigenze degli sportivi che praticano questa attività così caratteristica e unica.

L’Ayuntamiento ha promosso questo lavoro di riabilitazione dell’area fornendo nuove pavimentazioni in erba artificiale, così come maniche a vento, segnaletica e telecamere di sorveglianza.

Per il consigliere dello Sport, Benito Dévora, il Club Aventados e la Scuola di Parapendio di Los Realejos e tutti gli appassionati di parapendio, meritavano il miglioramento di questo spazio.


Un’area di circa 200 metri di lunghezza che facilita l’atterraggio e che si aggiunge alla famosa pista pubblica di decollo da La Corona, con dotazioni simili.

Il consigliere ha precisato che lo slogan “Realejos con lo sport”, serigrafato lungo la pista in erba artificiale, è visibile dall’alto ed è un altro rilancio promozionale per il pubblico e chi visita la cittadina.

Con un messaggio semplice si dimostra l’impegno della compagine comunale per lo sport come elemento associato al turismo, alla vita sana e alla conservazione della natura.

Il sindaco ha osservato che molte volte la spiaggia di El Socorro è stata scelta come luogo ideale per gli atterraggi, ma ci sono occasioni in cui le condizioni di volo rendono più sicura questa pista di El Quinto.

Il primo cittadino ha fatto riferimento non solo ai mesi estivi quando si concentra il maggior afflusso di utenti alla spiaggia, ma anche ad un’ordinanza emessa per limitare gli atterraggi a El Socorro per questioni legate alla sicurezza delle persone.

Il Consiglio Comunale di Los Realejos ha anche annunciato l’ampliamento dell’area del parco giochi di Toscal Longuera dove oltre a due giochi a molla, è stata collocata una parete da arrampicata a forma di elefante per i più piccoli.

Claudia Di Tomassi