Ogni anno centinaia di persone muoiono in incidenti stradali durante il periodo estivo e la DGT ha preparato una serie di misure per cercare di abbassare il tasso di mortalità sulle strade spagnole.

La DGT (Direccion General de Trafico) ha annunciato che dal 1° luglio entrerà in vigore il decreto con il quale si modifica il Reglamento General de Conductores.

Verranno introdotti alcuni cambiamenti anche rispetto al conseguimento della patente, oltre a nuovi autovelox e multe più salate.

Sarà richiesta una formazione teorica obbligatoria di otto ore per tutti gli aspiranti conducenti oltre ad una formazione tra le due e le sei ore per coloro che intendono conseguire una patente diversa dalla A o dalla B.

Verranno modificati anche gli esami teorici e pratici.

Durante l’esame di teoria potranno essere inclusi dei video di corollario alle domande e gli errori commessi non potranno superare il 10% delle risposte.


Attualmente il margine è del 20%, ma la DGT ha specificato che si sta già applicando il 10.

L’esame di pratica potrà essere svolto dopo un numero minimo di lezioni e, in caso di fallimento, ripetuto soltanto dopo aver seguito 5 lezioni di pratica.

Dallo scorso gennaio il limite di velocità per le strade che prima avevano il limite a 100km/h è passato a 90 km/h. Questa misura va di pari passo con multe fino a 200 euro per chi guida con la patente scaduta, senza aver passato i controlli dell’ITV, con le gomme in cattivo stato, per chi getta le cicche o vetro dall’auto.

Dall’inizio del 2019, inoltre, utilizzare il telefono cellulare mentre si guida è considerata un’infrazione molto grave per la quale vengono tolti 6 punti dalla patente.

La DGT ha poi comunicato che sono in via di installazione almeno 40 autovelox in più oltre a quelli già presenti.

Claudia Di Tomassi