Una volta per vedere i film dell’orrore si andava al cinema.

Adesso i film terrificanti li vediamo per la strada, all’interno delle cosiddette istituzioni, li vediamo messi in atto da chi invece dovrebbe difenderci, proteggerci e aiutarci.

Non si può nemmeno dire che basta aprire le pagine dei giornali per incontrarvici un film dell’orrore perché NO non se ne parla a sufficienza!

Bibbiano, volutamente tenuta censurata (almeno nel primo mese dello shock).

Si parla di mostri, di orchi, di brutta gente che si vendeva i bambini altrui… gente pagata da tutti noi per proteggere e vigilare sui fanciulli, invece li umiliava, li torturava, li strappava dalle madri e dai padri, li violentava in mille maniere!

Non se ne parla.


Anzi chi ne ha parlato spesso è stato “tacciato” di poca sensibilità, il silenzio, a loro dire, era per proteggere la privacy, strumento micidiale per coprire i crimini!

Basta barricarsi dietro ad una privacy inopportuna con il mal tentato proposito di difendere questi minori e queste madri: a loro non gliene frega nulla della privacy!

Anzi sono in tante in vari video a denunciare le porcherie che vengono perpetrate da anni dai servizi sociali, peggior “organo” , “categoria”… se così si possono chiamare, i meno peggio comunque hanno la rogna (come si suol dire) personaggi non preparati e spesso con gravi problemi personali (ovviamente qualcuno che si salva c’è, ci sarà, ma sicuramente non gli lasciano fare il proprio dovere/mestiere)

Avete sentito parlare di #Bibbiano da parte di quel branco di esseruccoli che tanto si prestano e si espongono gridando al razzismo, fascismo, omofobia, odio etnico o razziale… beh ecco nessuno di questi è PERVENUTO (un silenzio agghiacciante che è esploso in un boato assordante).

Io dico che chi si somiglia si piglia: io non parlo mai male dei miei amici e se lo faccio poi dico che mi sono sbagliato, che schifo!

E’ arrivata la notizia micidiale come un fulmine a ciel sereno, una notizia che ha fatto accapponare la pelle a tutte le persone NORMALI, ha fatto crescere una rabbia ed una indignazione non comune.

I fatti degli affidi e adozioni, le case famiglia lager, bimbini e bimbette traumatizzati, abusati (anche fisicamente) dalle istituzioni.

Il popolo italiano si aspetta pene esemplari (che mai arriveranno, ahimè).

Parliamo di individui che solo dall’aspetto si vedono essere uomini pieni di complessi personali non risolti (questo appare nelle testa dei normali cittadini).

Forse uno “psicoterapeuta” indagato nel caso Bibbiano.

Forse quello a cui sono stati revocati i domiciliari (te pareva?).

Forse quello che ha fatto interviste strappalacrime in cui si definiva una vittima.

Un professionista serio.

Ah… per chi non lo sapesse lui non “si occupa” solo di bambini, ma anche di violenza sulle donne.

Dalle intercettazioni telefoniche ed ambientali verrebbe fuori anche che maltrattava la moglie (anche lei indagata nella faccenda).

E che per farle dispetto sparpagliava feci di cane per la casa (sic!) e rompeva piatti. 

Sì.

Sempre lui.

Dov’è l’ordine nazionale degli psicologi, l’ordine del Piemonte, dell’Emilia-Romagna, dove sono?

Dove siete? 

Qui aspettiamo risposte, PRETENDIAMO risposte e chiarezza.

Dove sono i Magistrati, quelli SANI, ci aspettiamo un gesto, una decisione, un fatto… una presa forte di posizione.

Voglio sperare che, accertate le responsabilità, questi elementi vengano radiati dall’albo, dalla professione, pignorate le loro pensioni, sequestrati i loro beni… ma anche incarcerati per omicidio delle anime, tentati assassinii, abusi mentali, sociali, psicologici e fisici…

Voglio ancora credere nella giustizia e nel codice deontologico fin troppo rigido, per MOLTO MOOOOOLTO meno.

E poi vogliamo parlare delle donne implicate in queste faccende orribili e ributtanti? (donne contro donne, bleah!)

Vogliamo parlare di un istinto materno latente e/o soppresso per dar spazio a propagande politiche/sociali per cambiare il/un mondo a loro beneficio?

“Le donne che hanno cambiato il mondo non hanno mai avuto bisogno di mostrare nulla se non la loro intelligenza”. (Rita Levi Montalcini)

Parole… parole ed ancora solo parole cantava la Mina nazionale… qui si ripetono frasi identiche per tutti, come a voler omologare un popolo di genitori, tutti abusanti, tutti inadeguati!?

Possibile che in tutti questi casi, si parla di circa 150MILA bambini tolti alle famiglie, in tutte codeste famiglie i componenti erano “inadeguati genitorialmente”?

Le madri tutte “malevole” di “personalità schiacciante” oppure troppo “invadenti”?

Possibile che tutti i genitori, madri e padri, “abusavano sessualmente” dei loro figli?

Ma in che schifo di paese viviamo?

Mi sorge un atroce dubbio: non è che questo stato inetto, fallimentare e parassita voglia insegnarci come crescere i nostri figli?

Non è che questo stato fallito in tutti i settori che lo compongono pensa però di essere “migliore di qualunque genitore nella crescita dei figli” (il nostro futuro)?

Vogliamo vivere in un mondo in cui le assistenti sociali decidono l’”inadeguatezza genitoriale”?

Anche no, grazie.

Per fortuna in questi giorni prima della pubblicazione del #LeggoTenerife, saggi e corretti giudici stanno facendo rientrare nelle proprie famiglie alcuni bambini, sottratti con l’inganno, sottratti per soldi… 

Una volta si diceva che certi “se li mangiavano i bambini” oggi possiamo affermare con certezza che “alcuni, parecchi, se li vendono”!!!

Per una volta almeno TACETE, branco di ipocriti!!!

Tutto e sempre al grido del “POLITICALLY CORRECT”

Bina Bianchini