Parco Nazionale del Teide

1) Il primo posto in assoluto che merita di essere visitato è il Parco Nazionale del Teide.

Si arriva alla zona in circa 35-40 minuti dal Sud.

E’ molto bella la salita in funivia, che arriva a oltre 3500 metri di quota e, se sei fortunato, ti dà una vista INCOMPARABILE anche sulle altre isole.

Se si sale sulla funivia, poi magari scendendo da un’altra strada (salita da Vilaflor e discesa passando dall’Osservatorio) la giornata è fatta.

masca

2) Masca, la Machu Picchu di Tenerife.

Si può partire dal Sud direzione Santiago del Teide, poi si scende a Garachico passando da El Tanque (strada panoramica bellissima, dove a un certo punto c’è un Mirador contrassegnato da una specie di spiazzo sulla destra delimitato da una palizzata in legno.


Qui si possono osservare i famosi Lagartos giganti, anche se tanto grandi poi non sono).

A Garachico c’è il piccolo Castello di San Miguel, ma soprattutto ci sono le piscine naturali, dove molti fanno il bagno.

Quando l’Oceano fa la voce grossa, tutta la zona delle piscine viene transennata per non aumentare le già troppo tragiche statistiche degli annegamenti sull’isola!

E spesso viene bloccata anche la strada litoranea.

Poi si va verso Icod de Los Vinos, dove si trova il Drago Millenario, un alberone che è uno dei simboli dell’isola.

Sempre a Icod c’è il Mariposario del Drago, classica casa delle farfalle, ma molto carina.

Poi, tornando indietro pochi chilometri fino a Buenavista del Norte si può prendere la Strada per Punta Teno, una panoramica “in stile amalfitana” che ti porta a un faro isolato.

Per me un MUST.

(NdR purtroppo adesso è aperta al traffico privato solo in orari ristretti (controllare!), altrimenti si deve andare in pullman, il che toglie molto alla gita).

Poi ritornando obbligatoriamente indietro fino a Buenavista del Norte si prendono le indicazioni per Masca, e si fa una strada di montagna che appunto passa per il piccolo villaggio un tempo covo dei pirati e ti riporta a Santiago del Teide.

Da qui volendo poi si può scendere a Los Gigantes (scogliere a picco sull’oceano, considerate il NUMERO DUE fra le cose da vedere di Tenerife, a me non dicono molto).

Giro abbastanza lungo, direi un 150 km, mai contati.

A mio parere uno dei giri migliori possibili.

Se vi stancate facilmente in macchina, sezionatelo in due giorni…

Anaga

3) Il parco di Anaga, la capitale Santa Cruz e La Laguna.

Si prende la TF1 e si arriva a Santa Cruz.

Qui c’è poco da vedere, l’Auditorium di Calatrava, un drink all’interno merita, il Palmetum, una specie di giardino botanico focalizzato sulle palme, veramente bellissimo e che sta ricevendo ultimamente sempre più visitatori.

Poi si va verso Las Teresitas, la spiaggia TOP dell’isola, acclamata come l’unica con la sabbia DORATA, portata direttamente dall’Africa a sostituire quella vulcanica tipica dell’isola (bagno?).

Procedendo si arriva poi a Taganana, posto bellissimo sull’oceano con ristorantini di pesce buoni e suggestivi. Tornando si va verso La Laguna, che è la città universitaria e anche Patrimonio dell’Umanità perché “antica”

(NdR sarà perché ho visto tante cose nel paese natio, a me non sconvolge più di tanto.)…

Si rientra al Sud per la solita TF1.

Puerto de la Cruz

4) Puerto de La Cruz, La Orotava e le piscine naturali di Bajamar.

Puerto e La Orotava sono due belle cittadine in stile antico, valgono un’oretta a testa.

La natura da questa parte dell’isola è molto più verde, qualche grado in meno però.

Poi le piscine di Bajamar se c’è qualche onda sono SPETTACOLARI!

Consiglio personalmente il Ristorante Casa Pepe proprio lì davanti, finestre aperte direttamente sulle onde, gestito da due fratelli canari pure simpatici.

Altrimenti a Puerto de La Cruz sicuramente merita La Cofradia de Pescadores, a fianco della vecchia Dogana, vicino al molo.

Poi a Puerto c’è il Loro Park, uno zoo molto bello con pappagalli, leoni marini, ORCHE… e ad Adeje il Siam Park, considerato uno dei parchi acquatici migliori del mondo.

Altrimenti nel Comune di Arona il Jungle Park, con un bellissimo spettacolo di rapaci in volo e comunque un parco con uno stile particolare, a me piace più dei classici zoologici.

Al sud poi si va a vedere le balene e i delfini, alla pesca sportiva, con le moto d’acqua, giretti con la barca a vela…

Bella anche l’escursione a La Gomera, in giornata in gruppi organizzati.

Cosimo Melle