Una nuova rotatoria, la turbo rotonda, sbloccherà di fatto la strada di accesso a Los Cristianos, migliorando la sicurezza stradale del centro turistico e soprattutto il traffico di una delle arterie più congestionate del sud di Tenerife.

I lavori, con un budget di 1,5 milioni di euro, dovrebbero avere inizio nel secondo semestre del 2019 sotto la gestione del Cabildo di Tenerife, attraverso il Marco Estratégico de Desarollo Insular (MEDI) 2016-2025.

Poiché il progetto è in fase di rielaborazione, se la burocrazia lo consentirà, la nuova rotonda potrebbe vedere la luce nel 2020 e sarebbe la prima del suo genere nel sud dell’isola; una volta svoltosi l’iter burocratico, i lavori di realizzazione potrebbero iniziare nel periodo estivo e per un tempo presunto di 8 mesi, con inaugurazione agli inizi del 2020.

La prima tranche del progetto presenta a bilancio un impegno economico pari a 737.158 euro su 1,5 milioni di euro complessivi.

Il miglioramento del traffico dell’area, e in particolare della direzione da Las Americas e Los Cristianos, dovrebbe modificare le attuali previsioni che stimano il raggiungimento di 35.000 veicoli giornalieri; la turbo rotonda risulta quindi essenziale, non solo per il traffico ma anche perché situata nell’accesso principale al porto di Los Cristianos, infrastruttura che è spesso, specialmente nei fine settimana e nei giorni festivi, oggetto di enorme passaggio.

Il nuovo progetto consisterà nella ristrutturazione della rotonda che all’altezza di Los Cristianos si immette nella TF-1, cambiandone forma e direzioni di marcia, oltre che nella revisione di tutti gli elementi di sezione trasversale, segnalazioni, cartellonistica, elementi di giardinaggio e separatori di corsie.


Alla rotonda verranno collegati nuovi percorsi per risolvere i problemi attuali, che vedono una grande parte del traffico costretta, per svoltare a destra, ad attraversare l’anello; come spiegato dal Cabildo, la nuova soluzione alleggerirà la viabilità migliorando quindi il flusso dei veicoli.

In particolare i due nuovi rami con questa caratteristica saranno quelli che collegheranno Ramal Armeñime – Los Cristianos e Los Cristianos – Santa Cruz.

Le strade che già accedono all’anello attuale resteranno uguali, con la sola eccezione che nell’ingresso da Armeñime si avrà una sola corsia.

Verranno quindi migliorati i tracciati dal punto di vista geometrico, la capacità della rotonda, e infine la pavimentazione, con soluzioni ad hoc per il drenaggio.

Un restyling complessivo anche per l’illuminazione e le zone verdi, dove verranno inserite palme, cycas e yucche.

Magda Altman