Turner, Joseph Mallord William; Tabley, Cheshire, the Seat of Sir J. F. Leicester, Bt: Windy Day; Tabley House Collection; http://www.artuk.org/artworks/tabley-cheshire-the-seat-of-sir-j-f-leicester-bt-windy-day-103915

Gli avvenimenti negativi di questi anni sono molti, ci saturano le giornate, e crediamo che capitino più frequentemente che nel passato.

Ma quello che viene esibito oggi come un inferno non è una cosa funesta per se stessa, è un tormento soprattutto la “percezione” della paura, che ci angoscia.

Alcuni avvenimenti sono distanti e ci soffermiamo solo alcuni minuti per considerarli, ma l’influenza negativa sulla nostra percezione è comunque importante.

Se percorriamo la storia dagli albori, se percorriamo le nazioni tutte ci accorgiamo però che gli avvenimenti nefasti e angoscianti sono sempre esistiti e con loro la percezione che provoca le reazioni.

Infatti perché gli esodi?

Le rivoluzioni?


Le fortezze a difesa, l’apartheid?

Perché gli abiuri e le ritrattazioni?

E mille altre vicende nella storia che hanno indotto l’uomo a (s)fuggire dal pericolo?

Anche gli animali hanno paura, ma solo all’ultimo momento.

Una lepre non pensa tutto il giorno se c’è un lupo dietro l’angolo, solo quando lo vede, o ne sente l’odore, comincia la sua percezione e considerazione del pericolo.

Questa percezione sconvolge i nostri pensieri, i nostri piani e i nostri progetti, spostandoci letteralmente su altre strade.

Sta a noi capire esattamente se una percezione è reale o solo immaginaria, questo è molto importante per le nostre scelte.

Nella barca in cui viviamo, giriamo il timone se vediamo una tempesta all’orizzonte oppure se ne abbiamo “solo” paura?

In Italia (come in gran parte del mondo) ormai viviamo tutti con una percezione di angoscia e questo ci induce a espatriare in quei luoghi che crediamo, forse non a torto, più sereni.

Ma se bastasse un solo gesto, un solo pensiero per sciogliere questo incubo, fare in modo che la tempesta non ci tocchi, siamo sicuri di voler cambiare?

Per magari finire in un posto dove cancelliamo certe angosce ma se ne affacciano altre che non abbiamo considerato?

Prima di prendere certe decisioni dovremmo valutare la nostra capacità di interpretare, e se ci va poi molto a modificare la nostra vista.

Avere una considerazione olistica insomma.

Andrea Maino

Cheshire, the Seat of Sir J. F. Leicester  Joseph M. William Turner (1775–1851)