Aumento del 77,5% nell’ultimo quindicennio

L’energia elettrica in Spagna costa tanto e negli ultimi 15 anni le bollette sono cresciute del 77,5%, con una spesa media pro abitazione di circa 404 euro in più nel 2018 rispetto al 2003.

I dati forniti dalla FACUA, associazione Consumidores en Acción, emergono da uno studio realizzato su oltre 50.000 abitazioni, considerando come utente medio colui che consuma 366 kW al mese e possiede una potenza contrattuale di 4,4 kW; se l’utente medio ha pagato circa 44 euro al mese di energia elettrica nel 2013, l’anno scorso ha sborsato 77,18 euro a parità di consumi.

Il portavoce dell’associazione Rubén Sánchez ha affermato, durante una conferenza stampa, che gli aumenti in bolletta spiegano alla perfezione l’aumento del margine dei benefici del settore dell’elettricità, il tutto con la complicità dei governi che, anziché curare gli interessi dei consumatori, si schierano con le compagnie elettriche.

Secondo i dati il 2018 è stato, dopo il 2012, l’anno in assoluto più costoso in quanto a energia elettrica, seguito dal 2013; se nel 2013 l’utente medio ha speso 923 euro all’anno in bollette, nel 2012 ne ha spesi 958 e nel 2018 ha dovuto pagare 926 euro.

La voce fissa in bolletta che integra la potenza contrattuale, in 15 anni è aumentata del 152,8%, passando da 1,73 euro per kW al mese nel 2003, a 4,36 euro per kW in vigore da gennaio 2017 a oggi; la voce riferita invece all’energia consumata, è aumentata del 61,6%, passando da 9,80 centesimi di euro nel 2003 a 15,84 centesimi di euro da gennaio 2017.


L’associazione FACUA, a tal proposito, ha invitato tutti gli utenti a verificare l’effettiva potenza elettrica necessaria nella propria abitazione, al fine di rivedere eventualmente i contratti stipulati nel caso in cui siano superiori a quanto effettivamente consumato.

L’Iva sulla bolletta elettrica è un altro problema che pesa sulle tasche degli spagnoli: considerando che nel Regno Unito è pari al 5%, FACUA ha chiesto al Gobierno una riduzione dall’attuale 21% al 4%.

In ogni caso, precisa Sánchez, la tariffa dell’energia elettrica viene regolarmente stabilita e diffusa sul BOE, a disposizione di tutti gli utenti che hanno contratti per una potenza non superiore ai 10kW.

Redazione