Buongiorno a tutti lettori della rivista “Leggo Tenerife” ed agli amici della pagina Facebook “Italiani a Tenerife”, eccoci arrivati al mese di marzo con la nostra rubrica Pillole di benessere.

Sono il dottor Cristiano Lollo laureato in scienze motorie ed in attività motorie preventive ed adattate, nonché ideatore dei format di allenamento “body & mind”, Olistic Workout® e QI Well®.

I lettori più fedeli ed i followers della pagina, sapranno che da circa due anni curo la rubrica “Pillole di benessere” alternando degli articoli teorici inerenti nozioni di medicina tradizionale cinese (principalmente focalizzati sui nostri principali meridiani energetici) a degli esercizi per l’allungamento degli stessi.

Nel mese di febbraio, abbiamo approfondito (dal momento che lo avevamo già trattato circa un anno e mezzo fa) e parlato del meridiano di vaso governatore.

In questo numero invece, andrò a spiegare e ad effettuare un esercizio pratico per allungare lo stesso.

È un esercizio molto completo, in più fasi, che oltre a coinvolgere in toto il meridiano di vaso governatore, vede una fase finale in cui per compensare il movimento di flessione anteriore, si effettua anche un allungamento del suo corrispettivo femminile (yin, cioè il meridiano di vaso concezione).


Si parte dalla posizione ortostatica, cioè in piedi, con il corpo in posizione anatomica (figura 1).

foto1

Da qui effettueremo una flessione anteriore sul piano sagittale (come mostrato nella foto due) posizione che terremo per almeno due minuti-due minuti e mezzo, facendo in modo che l’allungamento sia molto lento e soprattutto graduale (altrimenti, come già ricordato più volte, a causa di un riflesso del nostro corpo che si chiama riflesso miotatico, se allungati troppo velocemente, i muscoli della catena posteriore si contrarrebbero invece che distendersi).

Dalla posizione di flessione interiore andremo (come mostrato nella foto tre ) nella posizione di “V – rovesciata” che viene anche chiamata di “cane che guarda in basso” (in sanscrito “Adho Mukha Svanasana”).

foto2

Terremo anche questa posizione per un paio di minuti, mettendo il focus non tanto sui talloni da tenere a tutti costi al suolo (che sarebbe comunque ottimale) quanto invece sulla condizione molto importante che sia il petto a spingere fra le braccia, cercando se possibile di avvicinare il volto alle ginocchia, ma soprattutto mettendo l’attenzione alla zona lombare, cercando a tutti costi di non invertire la sua fisiologica lordosi.

Terminata questa posizione andremo a sederci sui talloni in “child position” (posizione fetale) con la fronte vicino al terreno (foto 4).

foto3

Infine, come già preannunciato, allungherò il meridiano femminile corrispondente a quello che stiamo allungando, cioè il meridiano di vaso concezione, assumendo la posizione denominata del “gatto a coda ritta” (foto 5).

Quest’ultimo è un esercizio abbastanza intenso, per cui il consiglio è quello di partire in maniera molto graduale, la variabile per allungare più o meno il meridiano, è la posizione dello sterno sul tappetino (più sarò vicino con lo sterno alle ginocchia più sarà intenso il grado di allungamento, più sarò lontano dalle ginocchia più l’allungamento risulterà blando).

foto 4

Ricordo che negli esercizi, la respirazione riveste un ruolo fondamentale.

Cercheremo di tenere un respiro molto profondo ma soprattutto di espirare completamente, immaginando i nostri polmoni come due spugne piene d’acqua ed immaginando di strizzarle completamente ogni volta che si espira.

Bene siamo arrivati al termine del nostro articolo, vi ricordo prima di salutarvi, che in presenza di patologie (articolari o di altro tipo), sarebbe buona cosa consultare il proprio specialista, prima di affrontare attività di tipo motorio che anche se “body and mind” in presenza di determinate patologie potrebbero non essere adatte.

foto5

Vi ricordo inoltre che sono a disposizione per i turisti o per i residenti nell’isola di  Tenerife, per consulenze inerenti allenamenti personalizzati, lezioni private ed in piccoli gruppi di ginnastica posturale, correttiva, antalgica, Pilates, yoga ed Olistic Workout®.

Per qualsiasi informazione potrete contattarmi all’indirizzo [email protected] oppure ai numeri +39 339 38 28 800 o +34 603 695 128.

Se invece voleste avere più informazioni circa i format di allenamento da me proposti, fate una visita nel mio sito internet www.olisticworkout.it.

Una buona giornata tutti voi e buon sole ci sentiamo il prossimo mese!

Cristiano Lollo

Dott.Cristiano Lollo

Dottore in Scienze Motorie e Sportive

Dottore Magistrale in Attività Motorie Preventive ed Adattate

Ideatore e master trainer del programma OLISTIC WORKOUT®

EMAIL  [email protected]