Questo mese l’arca del mistero navigherà nelle acque oscure (UFO) delle investigazioni segrete fatte dai militari e recentemente portati alla luce grazie alle declassificazioni dei documenti.

Mentre le autorità pubbliche toglievano importanza alle indagini relative a temi misteriosi e alle dichiarazioni dei testimoni, il ministero della difesa investigò ossessivamente varie decine di contatti per radar e avvistamenti di oggetti volanti non identificati o UFO avvenuti nelle acque territoriali o direttamente nei cieli delle isole Canarie tra  1974 e 1992.

Oggi però sono stati declassificati interi dossier composti da decine e in alcuni casi centinaia di fogli, descrivendo con molta cura gli strani eventi e le dichiarazioni dei testimoni.

Secondo quanto traspare gli alti comandi delle forze armate avevano emesso vari comunicati ai reggimenti dove si indicavano passo a passo le operazioni di occultazione che si dovevano utilizzare per screditare i testimoni e trovare soluzioni più o meno plausibili degli eventi.

Tra queste circolari la più rilevante sembra essere quella emessa nel 1968, da parte del capo di stato franchista, dove si specificavano le regole da seguire per spiegare le apparizioni di UFO, e raccogliere tutte le informazioni del caso. Nel documento si legge come è necessario creare un giudice specifico per ogni caso, che mediante un modello d’interrogatorio particolare poteva manipolare i ricordi dei testimoni mediante tecniche psicologiche e convincerli così di aver assistito a un evento del tutto spiegabile.

Già in precedenti articoli avevamo raccontato alcuni dei casi apparsi nei documenti ed alcuni di essi sono considerati tra i più importanti di Spagna.


Il primo caso che appare nei documenti risale ad alcuni mesi prima della creazione della succitata circolare.

L’equipaggio di un Fokker decollato dall’aeroporto di Tenerife e diretto a Las Palmas di Gran Canaria nell’anno 1968 furono i protagonisti di un avvistamento molto particolare.

Tutti gli intervistati concordavano nell’aver visto un oggetto luminoso di venticinque metri di diametro che si manteneva alla sinistra dell’aereo per circa quarantacinque secondi.

Il giudice assegnato al caso dichiarò che si trattava di un fenomeno conosciuto come foofighter, una luce che segue le aeronavi di solito di notte e che sembra giocare con i piloti facendo pensare a un comportamento intelligente.

Un altro caso di cui già avevamo narrato in precedenti articoli è quello conosciuto come caso Galdar avvenuto nel 1976, dove vari testimoni di Gran Canaria e Tenerife videro strane luci e scie nel cielo.

I primi a dare l’allarme furono dei marinai e ufficiali che navigavano vicino all’isola di Fuerteventura.

Dopo non molto tempo, un tassista, il cliente (Francisco Julio Padron), vari abitanti del paesino di Galdar e Agaete, e un sergente che faceva una ronda, avvistarono lo strano oggetto.

L’ investigazione, raccolta in novantasette fogli, non arrivò a una conclusione chiara e plausibile.

Ed in effetti come già avevamo trattato, in realtà il caso Galdar sarebbe da definire come “I CASI Galdar”, in quanto si tratta di due eventi diversi avvenuti uno alla sera e un altro al mattino.

Il primo, chiaramente associato a test statunitensi di missili Poseidon lanciati da sottomarini nelle acque internazionali appena fuori Canaria, viene riportato anche nel dossier, però il secondo resta inspiegabile.

Nel 1985, una nave transatlantica che navigava tra Las Palmas di Gran Canaria e Arrecife, vede una luce brillante fissa nel cielo che improvvisamente accelerò a grande velocità finco a posizionarsi sopra la nave stessa, l’oggetto era così vicino che secondo la testimonianza del capitano si riusciva a distinguerne la forma.

Dopo qualche tempo, scomparse a gran velocità.

Questo caso anche nei documenti risulta come irrisolto.

Analizzando attentamente le informazioni riportate, risulta chiaro che sei famosi casi UFO in Canaria sono tutti attribuibili a test missilistici, alcuni americani ed altri russi, però nella maggioranza dei casi le conclusioni sono vaghe e in alcuni casi quasi più strane che l’ipotesi di veicoli alieni che si cercava di occultare.

Erik Gohan Scroffernecher