Due eventi che confermano la ricchezza di intrattenimenti disponibili nella cittadina e nel suo entroterra.

Quella di Sant’Andrea è una delle feste più popolari e caratteristiche di Puerto de La Cruz, e si festeggia il 29 novembre in occasione dell’apertura delle cantine e della degustazione del vino nuovo.
A Puerto come in altre località del nord dell’isola è tipica la “corsa del ferraccio”.

Quel giorno grandi e piccoli creano dei “serpenti“ di pezzi di ferro vecchio, latta, di legno e altri oggetti tenuti insieme dallo spago e, facendo un fracasso assordante, li trascinano per le strade della città fino a Plaza del Charco dove la festa raggiunge il suo culmine.

In piazza si possono degustare caldarroste, gofio, pesce salato, patate dolci e vino nuovo che dicono aiuti a sopportare meglio il fresco della sera.

I giovani scherzano fino a tarda notte continuando a fare chiasso e talvolta attaccando i ferracci allo scappamento delle auto parcheggiate nei dintorni.

La festa di Sant’Andrea a Puerto de la Cruz è un appuntamento da non perdere.


Conosciuta come la Festa del “Ferraccio e della Castagna”, è tipica per il gran rumore prodotto dai ferri vecchi e chiude il calendario delle feste folcloristiche locali.

  •  

Se l’appuntamento con i “Ferracci di Sant’Andrea” è una tradizione, non ha invece precedenti la presenza sull’isola del Festival de Cine Fantástico de Canarias Isla Calavera.

Il Festival che si terrà dal 19 al 25 novembre è ospitato dai due Multisala del nord di Tenerife, quello presso il Centro Commerciale AlCampo e a La Laguna

La prima edizione, realizzata con la collaborazione del Cabildo di Tenerife, Innova 7 e la Fondazione Cine+Cómics, lo scorso ottobre aveva avuto come testimonial di eccezione il regista di “Il sesto senso” M. Night Shyamalan che, in tour per presentare il suo nuovo film Glass, si era prestato a posare vicino al cartellone del Festival.

L’evento presenta una programmazione tutta dedicata al genere fantastico con proiezione di pellicole, dibattiti e tavole rotonde.

Sono previste due sezioni, una ufficiale di cortometraggi e l’altra, fuori concorso, di lungometraggi, classici del genere e anteprime esclusive.

Claudia Di Tomassi