Come ben sappiamo, l’emergenza dettata dal diffondersi del coronavirus in tutto il mondo ha causato serie limitazioni agli spostamenti tra Stati.  

Fermo restando che la situazione è in continua evoluzione, e che quanto scriviamo è valido nel momento di aggiornamento di quest’articolo, vediamo quali sono le regole in vigore ad oggi. 

Invitiamo comunque sempre a valutare in maniera consapevole la situazione e a informarsi prima di mettersi in viaggio!

 

VIAGGI IN ITALIA

Dal 3 giugno è possibile spostarsi liberamente in ogni regione italiana.


VIAGGI IN EUROPA – UE E SCHENGEN

Dal 3 giugno sono liberamente consentiti gli spostamenti per qualsiasi ragione da e per i seguenti Stati, senza doversi più sottoporre a isolamento fiduciario per 14 giorni al rientro:

  • Stati membri dell’Unione Europea (oltre all’Italia, sono Stati membri della UE: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria);
    – Stati parte dell’accordo di Schengen (gli Stati non UE parte dell’accordo di Schengen sono: Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera);
    – Regno Unito di Gran Bretagna (
    situazione in evoluzione, il Governo inglese ha disposto il 25 luglio che tutti coloro che arrivano dalla Spagna devono sottoporsi a isolamento volontario per 14 giorni. Ora ci sono delle trattative in corso per creare un “corridoio sicuro” tra Canarie e Baleari da una parte, e Gran Bretagna dall’altro) e Irlanda del nord;
    – Andorra, Principato di Monaco;
    – Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano.
    Attenzione, però: è possibile che alcuni di questi Stati applichino forme di restrizione all’ingresso. Se avete deciso di mettervi in viaggio, vi consigliamo di consultare il sito reopen.europa.eu per vedere le ultime informative in merito al Paese che intendete visitare, oppure di rivolgervi ad un’agenzia di viaggio, dove sapranno consigliarvi per il meglio.

Al momento, viaggi Extra Europa non sono consentiti, se non per gravi e comprovati motivi.

Spagna – Dal 21 giugno le frontiere spagnole sono aperte per chi arriva dallo spazio Schengen e dunque anche dall’Italia, senza obbligo di quarantena e senza dover motivare il viaggio. 

Chiunque arrivi in Spagna dall’estero, per via aerea o marittima, potrebbe essere sottoposto a un controllo della temperatura corporea.

I passeggeri in arrivo dall’estero (anche da altri Paesi UE) dovranno compilare, prima del viaggio, un “formulario di salute pubblica”, attraverso il sito internet Spain Travel Health o la app Spain Travel Health-SPTH, ottenendo un codice QR da presentare (su dispositivo mobile o stampato) al proprio arrivo in Spagna.

Fino al 31 luglio, coloro che non abbiano potuto compilare il formulario telematicamente potranno farlo in formato cartaceo (il modello si trova in appendice al citato provvedimento) e consegnarlo al proprio arrivo in un porto o aeroporto spagnolo.

di Nelly Baiamonte
Titolare de I Viaggi di Quiltour