Il Consorcio Urbanístico per la Rehabilitación di Puerto de la Cruz, Premio Turismo de Canarias del 2018 per la sua eccellenza nel settore turistico, ha chiuso l’anno con un ruolo leader nel processo di miglioramento e ristrutturazione della città, attraverso la realizzazione di diverse opere che hanno riposizionato la meta nel panorama europeo dei tour operator, connotandola come destinazione moderna e con una propria identità ben precisa.

Il presidente del Cabildo Carlos Alonso, che presiede il Consorcio, sottolinea che il cambiamento, che ha comportato molti anni di impegno e di lavoro, è già evidente sia nel pubblico che nel privato; del resto dalla zona di La Paz, il barrio di San Antonio, fino al centro storico di Puerto de la Cruz, l’attività del Consorcio Urbanístico sin dalla sua creazione ha lasciato un segno tangibile sul comune, dove ha letteralmente trasformato il paesaggio urbano.

Nel 2018 una delle opere più attese dalla città ha preso forma: la Stazione delle Guaguas.

Il Consorcio è stato incaricato di realizzarne il progetto preliminare e il Cabildo di Tenerife di realizzare l’infrastruttura; nel centro storico è stata inoltre completata la ristrutturazione di Casa Díaz Fragoso, ovvero la prima fase del Parque San Francisco, cui seguirà una seconda fase nel 2019, ed è stato promosso il consolidamento di Casa Tolosa, immobile del 1750 situato nel barrio San Antonio e convertito in centro culturale.

Nell’ambito del Programa de Regeneración de Espacios Turísticos e in coordinamento con il Cabildo di Tenerife e l’Ayuntamiento di Puerto de la Cruz, sono stati promossi progetti di ristrutturazione di Calle San Juan, del primo tratto di Calle Las Damas, Iriarte e Plaza Concejil.

Una delle opere in programma è quella relativa al Paseo de la Costa, un percorso di mezzo km lungo il Martiánez che offrirà scorci paesaggistici interessanti della costa di Puerto.


El Laurel, parco per l’infanzia, è stato insignito di un premio per la categoria Innovación en Accesibilidad Universal nel 2018 da Sinpromi, e nel 2019 affronterà la sua ultima fase di esecuzione.

Il PMM, Plan de Modernización y Mejora, è il principale strumento con cui il Consorcio ha potuto sviluppare progetti non solo negli spazi pubblici, ma anche in quelli privati; in totale sono state concesse 13 licenze per l’esecuzione di 10 progetti, principalmente relativi a strutture ricettive.

Ed è sempre dal Consorcio che è arrivata la proposta iniziale per attuare il secondo PMM, per il quale il Cabildo, per tramite dell’Area de Política Territorial, destinerà 160mila euro e ne affiderà la gestione alla società Gestur.

Il nuovo PMM include la ristrutturazione del 35% delle strutture alberghiere cittadine, la creazione di nuovi prodotti, come gli hotel di charme e le ville, o i luoghi di aggregazione vincolati a beni di interesse culturale (BIC).

Le principali azioni saranno concentrate a La Paz e Taoro e comprenderanno il miglioramento della qualità degli alberghi della zona Martiánez e San Felipe, oltre che del centro cittadino.

Per il 2019 il Consorcio prevede di realizzare il nuovo accesso sia pedonale che per automezzi alla zona alta del Taoro, il Malpaís Taoro, e nella Calle Tegueste si provvederà a ristrutturare la pavimentazione ormai usurata.

A breve il Cabildo risolverà anche la licitazione della gara per l’affitto e la gestione dell’Hotel Taoro, un progetto chiave per lo sviluppo di Puerto, oltre che potente stimolo per tutta l’economia turistica cittadina.

Nel 2018 il Consorcio è stato protagonista inoltre in 11 attività all’aperto attraverso il Turismo di Tenerife, come il Mueca Festival, che ha visto la partecipazione di oltre 60 compagnie nazionali e internazionali, il Tenerife Walking Festival, uno dei più grandi eventi sul trekking di tutta Europa, Gastromusic, il Festival Jazz Más Heineken e il festival Phe, appuntamenti di agosto per gli amanti della musica indie, l’Oktoberfest, il Carnaval de Verano, alla sua terza edizione, il RollFestival, evento di film su sport estremi, e, per finire, diversi eventi culturali che si sono svolti in autunno.

Ecco perché il Consorcio può essere definito l’alma mater di tutto il processo di trasformazione di Puerto de la Cruz.

Beatrice V. Dini