Il Comune ospita dal prossimo giovedì 10 gennaio le feste in onore del suo patrono, San Antonio Abad, una delle più antiche nel comune, che avrà il suo culmine domenica 13 gennaio con la celebrazione del tradizionale pellegrinaggio e benedizione degli animali, che apre il calendario di queste feste popolari dell’isola.

Giovedì prossimo, 10 gennaio, il Casco de Arona verrà decorato per iniziare, ancora una volta, le tradizionali feste patronali in onore di San Antonio Abad, si celebra tre giorni dopo un pellegrinaggio che aprirà il calendario di queste feste popolari in tutta l’isola di Tenerife.

Si svolgerà la tradizionale “elezione del sindaco di Arona” nel quadro di un gala che si terrà a partire dalle ore 20.00 in Plaza del Cristo de la Salud e che coinvolgerà candidati provenienti da diversi nuclei del comune.

Venerdì 11 gennaio, alle 21.00, lil baile de magos si svolgerà nello stesso luogo, sarà animato da diversi gruppi folcloristici comunali e ospiti e in cui sarà essenziale indossare i costumi tradizionali e portare del cibo da condividere.

Il clou di questa festa, come ogni anno, sarà il pellegrinaggio di domenica 13 gennaio, per il quale il comune offre a residenti e turisti un servizio di trasporto gratuito.


Per questo ci saranno due punti di partenza e di arrivo, situati in Avenida Juan Carlos I de Los Cristianos, di fronte all’Auditorium Infanta Leonor, e Playa de las Américas in Avenida Noelia Afonso García, di fronte all’Hotel Central Zenter. Le partenze sono previste alle 10.00, 11.00 e 12.00, mentre il rientro alle 16.00, 17.00 e 18.00.

La giornata inizierà alle ore 10.00 con l’apertura della mostra dell’artigianato. Alle 11.30 del mattino ci sarà una messa cantata dalla Parranda Chasnera nella parrocchia di San Antonio Abad per, una volta terminato, iniziare un pellegrinaggio che, con l’esibizione di diversi gruppi folcloristici comunali e ospiti, attraverserà le strade del Calvario, Domínguez Alfonso, La Luna e Duque de la Torre per finire con la benedizione degli animali.

Alle ore 16.00 le orchestre Tropin e Wamampy animeranno la Plaza del Cristo de la Salud nella grande danza serale.

Giovedì 17 gennaio, giorno di Sant’Antonio Abate, si celebrerà la messa solenne.

Il sindaco di Arona, José Julián Mena, ha incoraggiato “i residenti del resto del comune e dell’isola, oltre ai turisti, a visitare Arona durante le feste patronali e scoprire la bellezza e il valore culturale e architettonico di un centro storico che è di interesse culturale e ci permette di riscoprire le nostre radici.

Mena ha aggiunto che “la devozione a San Antonio Abad è fortemente radicata tra gli aroneros ed è una festa che ha le sue radici nel nostro comune da quattro secoli.

dalla Redazione