Sponsor

Santa Cruz analizza il suo spazio pubblico per adattarlo alla Memoria Histórica

Views:
17

Santa Cruz de Tenerife è nota per essere la città della Spagna con la più alta concentrazione di onorificenze alla memoria franchista, cosa che sta per essere corretta affinché la capitale possa rientrare nella Memoria Histórica, la cui associazione, diretta da Maria Luisa Navarro, professore di storia dell’arte alla Università La Laguna, ha come obiettivo quello di rispettare l’omonima Ley che già nel 2008 costrinse al cambiamento del nome di molte vie che riportavano ancora i fasti del regime franchista.

Uno degli interventi eseguiti a Santa Cruz sarà infatti la rimozione del monumento a Franco in avenida de Anaga ma ogni via, strada, piazza, targa commemorativa rientrerà nel progetto di riqualificazione di Memoria Histórica nel rispetto della legge.

A presentare lo studio condotto dall’associazione presieduta dalla Navarro è stato José Carlos Acha, assessore alla cultura e responsabile della Commissione di Memoria Histórica; l’esperto assunto dal Consiglio Comunale per effettuare una analisi di tutte le azioni che si renderanno necessarie, compito che costerà 52milioni di euro ma che la Navarro ha deciso di eseguire a titolo gratuito, ha spiegato che ha iniziato da zero consultando tutta la mappa stradale di Santa Cruz, arrivando alla conclusione che almeno il 10% delle strade ha nomi correlati al regime franchista e quindi da sottoporre a cambio.

La ragione per cui la capitale di Tenerife presenta la più alta concentrazione di commemorazioni del Generale Franco, potrebbe essere nel fatto che il colpo di stato risulta partito proprio da qui.

Per i primi cambi, ha sottolineato, si è dovuto attendere il 2012, con la creazione dell’Aula Cultural José Carlos Schwartz affinché si perseguisse la volontà di eliminare ogni riferimento a quello specifico evento.

Quanto al processo giudiziario che l’avvocato specializzato in Memoria Histórica Eduardo Ranz aveva promosso contro l’Ayuntamiento di Santa Cruz per inadempimento alla Ley de Memoria Histórica, è stato abbandonato dopo la risposta positiva delle autorità di voler modificare, nei tempi e nei modi più consoni, tutti i nomi di strade, piazze, targhe e di voler rimuovere ogni eventuale monumento legato a Franco.





dalla Redazione

 





I commenti sono chiusi.

Il sondaggio

Sei iscritto all'AIRE ?

Guarda i risultati

Loading ... Loading ...